Pubblicato: Sab, Gennaio 26, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Strasburgo, violati diritti difesa Knox

Strasburgo, violati diritti difesa Knox

Per l'omicidio della ragazza è stato condannato in via definitiva il cittadino di origini ivoriane Rudy Guede, mentre sono stati assolti la coinquilina statunitense di Meredith, Amanda Knox, e il suo fidanzato, l'italiano Raffaele Sollecito. Amanda Knox aveva chiesto 30.000 euro per la procedura davanti alla Corte, e più di due milioni per le spese sostenute dai suoi genitori per i processi in Italia.

"E' una grandissima gioia". "È stato il più grande errore della storia giudiziaria italiana degli ultimi 50 anni, considerando anche il clamore mediatico suscitato dalla vicenda", aggiunge l'avvocato Carlo Dalla Vedova, un altro dei legali di Amanda Knox. "Lì erano le tre di notte, ora è andata a dormire". "E poi hanno incolpato noi".

L'omicidio di Meredith Kercher, studentessa all'Università di Leeds, che a Perugia frequentava un corso di lingue, per diversi anni è stata al centro dell'attenzione dei media esponendo il sistema giudiziario italiano a critiche internazionali. Così si sono espressi i giudici sul ricorso presentato dalla stessa Amanda Knox.

La sentenza della Corte di Strasburgo, che è stata unanime, stabilisce che si è verificata una violazione procedurale, ma non una violazione sostanziale, dell'articolo 3 della Convenzione dei Diritti dell'Uomo (proibizione della tortura e di trattamenti inumani e degradanti) e una violazione dell'articolo 6 (diritto all'assistenza legale e all'assistenza di un interprete).

More news: In un nuovo video Jeff Bridges anticipa il ritorno del Drugo!

La Knox, 31 anni, sosteneva di aver subito durante l'interrogatorio il 6 novembre 2007 maltrattamenti da parte della polizia, sottoposta a pressioni psicologiche e le sarebbe stato negato un interprete indipendente e professionista. A stabilirlo è stata la Corte europea per i diritti umani. Secondo la Corte, quell'iniziale mancanza aveva pertanto avuto "ripercussioni" su altri diritti e aveva "compromesso la correttezza della procedura nel suo insieme". Il legale ha espresso "soddisfazione" per la decisione di Strasburgo. "E' stata affermata la violazione del diritto alla difesa della nostra assistita".

L'Italia ha violato il diritto alla difesa di Amanda Knox nell'indagine sull'omicidio di Meredith Kercher, compiuto a Perugia la sera del primo novembre del 2007, per il quale è già stata definitivamente assolta dalla giustizia italiana.

"Siamo soddisfatti per la decisione presa nei confronti di Amanda ma aspettiamo di leggere il provvedimento". "Ci attendiamo una pronuncia positiva anche per l'istanza che abbiamo presentato per il nostro assistito Raffaele Sollecito", ha invece dichiarato il difensore di Raffaele Sollecito, Luca Maori. "E' stato infatti affermato il principio che è stato violato il diritto di difesa di Amanda Knox" ha commentato all'Ansa uno degli avvocati, Luciano Ghirga.

Come questo: