Pubblicato: Sab, Gennaio 26, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

"Sconti del 60% per riscattare la laurea " FacceCaso - Cronache di Scuola Quotidiana


Per chi volete attraverso il sito dell'Inps è possibile usufruire di un apposito strumento che pare possa dare la possibilità di simulare con facilità, quello che potrebbe essere l'ammontare della propria pensione.

Il riscatto della laurea agevolato è rivolto agli under 45 e si applicano le stesse regole previste per gli inoccupati.

Se si rientra in questa casistica, si potrà riscattare ognuno degli anni trascorsi sui libri con un'aliquota imponibile calcolata non sul reddito effettivo degli ultimi 12 mesi, ma sul minimo previsto dall'Inps ovvero 15.710 euro. Il privilegio è valido solo per i periodi coperti dal regime contributivo e quindi dal 1996: non è possibile accatastare periodi in cui si hanno già contributi lavorativi, ciò andrà a ridurre considerevolmente il numero di beneficiari. L'estensione oltre i 45 anni dell'agevolazione che prevede la possibilità di riscattare un anno di laurea con una spesa poco superiore ai 5mila euro dovrebbe arrivare con un emendamento al Senato, dove comincerà il cammino parlamentare del decreto.

Riscatto laurea Inps 2019: detrazioni fiscali e costo. Senza le agevolazioni introdotte dal decreto sulla quota 100, il costo per il riscatto sarebbe pari a 11.550 euro per anno.

More news: De Paul all'Inter a luglio: base d'intesa con l'Udinese

La fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro ha calcolato di 5.241,30 euro il costo annuo da investire per ogni singolo anno di studio: il costo quindi varia tra i 15mila euro per una triennale e 25mila euro per la quinquennale (o magistrale). E il riscatto può essere anche rateizzato. Inoltre, si legge ancora nel decreto, "il versamento dell'onere può essere effettuato ai regimi previdenziali di appartenenza in unica soluzione ovvero in massimo 60 rate mensili, ciascuna di importo non inferiore a € 30,00, senza applicazione di interessi per la rateizzazione".

5-quater. La facoltà di riscatto di cui al presente articolo, dei periodi da valutare con il sistema contributivo, è consentita, fino al compimento quarantacinquesimo anno di età, anche ai soli fini dell'incremento dell'anzianità contributiva. Il riscatto della laurea ordinario, invece, è più costoso. Più favoriti chi ha reddito alto. Mentre con il sistema ordinario con aliquota al 33% gli anni riscattati valgono come anni di contributi versati e sono calcolati per far crescere l'importo dell'assegno pensionistico, con il sistema agevolato valgono solamente come aumento degli anni di contributi.

L'intenzione del governo è alzare il limite di età per fruire della nuova opzione di riscatto della laurea a forfait, che nel testo originale del decretone (peraltro non ancora pubblicato in Gazzetta ufficiale) è fissato a 45 anni: in Parlamento durante l'iter di conversione - ha spiegato il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon - potrebbe essere portato a 50.

La considerazione di cui sopra è pressoché simile anche per i lavoratori meno giovani, e anche per chi ha dai 40 anni in poi è difficile ipotizzare quali saranno le misure in materia di pensione anticipata per i prossimi anni.

Come questo: