Pubblicato: Dom, Gennaio 20, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Reddito di cittadinanza: tutte le norme e obbligo di lavoro

Reddito di cittadinanza: tutte le norme e obbligo di lavoro

Varato da parte del Consiglio dei ministri il decreto che contiene Reddito di cittadinanza e pensione quota 100. Secondo una elaborazione della Cisl, saranno 35.800 le famiglie romagnole coinvolte, circa il 7 percento del totale. A metà vi è la provincia di Forlì-Cesena, in linea con la media regionale.

"Io sono una dei tanti figli di quei cinquantenni che troppo spesso si ritrovano disoccupati che potrebbero solo trarre beneficio dal trovate un lavoro nella maniera semplice che promette il Governo". Il principale requisito economico è un Isee non superiore a 9.360 euro, ma con ulteriori specifiche. Agevolazioni concesse a patto che l'impresa aumenti il numero di dipendenti. Le risorse che il decreto destina a questo scopo sono 473 milioni per il 2019 e 44 milioni per il 2020, una cifra inferiore a quanto previsto dalla legge di Bilancio, che stanzia fino a 1 miliardo l'anno nei primi due anni. "La prima - elenca - è che una misura come questa necessita, oltre che di una copertura finanziaria, anche di una copertura amministrativa: cioè di strutture pubbliche capaci di dare attuazione quello che la nuova legge prevede". Proprio il funzionamento della "macchina" del reddito di cittadinanza sarà il test dei test per il M5s, atteso alla prova dei fatti tanto dai suoi sostenitori quanto dalle voci critiche.

Un aspetto da considerare per i richiedenti è che le "conseguenze" del reddito, da chiunque sia richiesto, ricadono sull'intero nucleo familiare.

Oltre a ciò si introduce un meccanismo volto a garantire l'inserimento o il reinserimento del beneficiario del Rdc: il destinatario dovrà sottoscrivere il Patto per il Lavoro o per l'Inclusione sociale, partecipare alle specifiche iniziative formative previste e non potrà rifiutare le offerte di lavoro proposte dai Centri per l'impiego, in base a specifici requisiti di distanza e di durata del periodo di disoccupazione. Il contributo è diviso in due componenti, una per destinata esclusivamente al sostegno per i pagamenti di affitti o mutui, pari rispettivamente a 280 e 150 euro; e un'altra componente che integra il reddito fino al raggiungimento dei 500 euro. Non è scontato che il governo Lega-M5s prosegua fino al termine della legislatura, secondo molti osservatori.

La tabella di marcia l'ha dettata in conferenza il vicepremier Di Maio: a febbraio sarà online il sito web, per informare i cittadini della documentazione utile e delle modalità di richiesta del reddito. Le imprese, invece, percepiranno metà dell'importo del reddito (sempre fino alla fine del ciclo di 18mesi) nel caso in cui il beneficiario usufruisca di un corso di formazione per l'impiego o dell'ausilio delle agenzie per il lavoro, a cui andrà il restante 50 per cento dell'assegno.

More news: Tifoso morto a Milano, arrestato capo curva Inter Ciccarelli

Infine, le verifiche per evitare i furbetti (principalmente i lavoratori in nero che percepiranno anche il reddito o chi non ha i requisiti) non danno alcuna sicurezza. Il tasso di analfabetismo è di appena il 2%, ogni cittadino ha un'abitazione garantita e a vivere sotto la soglia di povertà è l'8% della popolazione contro una media nazionale del 30%. A quel punto parte la verifica dei requisiti, uno dei passaggi più delicati da applicare, soprattutto se si tratta di nuclei familiari che devono rispondere a criteri più complessi. Erogato con Carta Rdc da Inps.

Per accedere a quota 100, la misura che, in via sperimentale nel triennio 2019-2021 consentirà di lasciare il lavoro in anticipo, serviranno due requisiti, avere 62 anni e 38 anni di contributi.

"Il gioco è molto semplice - spiega il Presidente della FISH -: vengono considerate alla stregua di un reddito le stesse pensioni di invalidità, criterio che avevamo chiesto fosse espunto dal Decreto".

Fino a 780 euro per i single, 1300 euro per le famiglie.

Come questo: