Pubblicato: Gio, Gennaio 17, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Netflix, aumento dei prezzi in USA, rischio anche in Italia? 156

Netflix, aumento dei prezzi in USA, rischio anche in Italia? 156

Si inizia con i primi tre mesi del 2019, dove insieme agli Stati Uniti, che fanno da apripista, saranno altri 40 paese su 48, dell'America Latina, Netflix aumenterà il costo dei suoi abbonamenti tra il 13% ed il 18%. Nella speranza che non vedremo un aumento dei prezzi di Netflix anche dalle nostre parti. Quella più diffusa (il piano standard), che consente di usufruire dell'offerta su un massimo di due dispositivi contemporaneamente, passa da 11 dollari al mese a 13 dollari, mentre l'opzione base, attivabile su un solo dispositivo, sale da 8 a 9 dollari al mese. D'altronde l'enorme investimento dell'azienda nella creazione di contenuti originali è indubbiamente cresciuto negli ultimi anni, quindi un aumento dei prezzi non è certo una sorpresa.

Ricordiamo anche che, di recente, Netflix ha annunciato la sospensione dell'abbonamento tramite iOS a causa dei disguidi avuti con Apple, che voleva trattenere il 30% del guadagno ricavato da Netflix stessa con la sua app su iPhone e iPad. Modifiche che hanno dato la spinta al titolo della società, che a Wall Street guadagna oltre quattro punti percentuali.

More news: Milan, Calhanoglu può tornare in Bundesliga: ecco le condizioni

Secondo me in Italia siamo borderline, infatti se Netflix dovesse aumentare di un paio di euro ancora nei prossimi anni, in molti potrebbero fuggire verso altre piattaforme o altri tipologie di servizi, più economici o comunque più flessibili e con tantissimi contenuti anche ondemand. In qualsiasi momento sarà possibile disdirlo inviando un messaggio con testo "STOP NEWS" allo stesso numero.

Come questo: