Pubblicato: Gio, Gennaio 10, 2019
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Claudio Baglioni: "Sui migranti siamo alla farsa. Governo non all'altezza"

Claudio Baglioni:

"Ci sono milioni di persone in movimento, non si può pensare di risolvere il problema evitando lo sbarco di 40-50 persone, siamo un po' alla farsa".

Saranno Virginia Raffaele e Claudio Bisio ad affiancare Claudio Baglioni sul palco dell'Ariston. Nel prima serata si esibiranno tutti e 24 i campioni, che si divideranno poi in due gruppi di 12 nella seconda e nella terza serata. "Il Paese è terribilmente disarmonico, confuso, cieco quasi nella direzione da prendere". Il problema non si elimina bloccando in mare 50 migranti. Non lo sono state neanche quelle precedenti ma ora il problema è più grande. "La classe dirigente e anche l'opinione pubblica ha mancato in questo, è stato un disastro dal punto di vista gestionale che oggi ha ripercussione gravissime". Guardiamo con sospetto l'altro e anche la nostra ombra. "Siamo molto diversi, a partire dai capelli, e credo che ci divertiremo molto ad interagire sul palco". "E, in attesa che venga confermata la presenza della rinnovata coppia Raf e Umberto Tozzi (anche loro con un tour in programma), sono i giorni decisivi per fissare l'arrivo di Fedez". Al Festival comunque ci affideremo alla leggerezza, gli artisti hanno la fortuna di essere trombettieri di qualche buona battaglia. Starà a Baglioni, nel corso della conferenza stampa del 9 gennaio, ufficializzare il trio, che sulla carta non ha nulla da invidiare a quello del 2018, che aveva visto accanto al direttore artistico Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Avremo almeno due ospiti cantanti a serata. Presentato da Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, Sanremo Giovani ha decretato la vittoria di Einar e di Mahmood. Adoro Gaber, Jannacci... Qualcosa andrà in porto, mi auguro.

More news: Frank Magnitz (Afd) aggredito in strada a Brema (Germania)

Inoltre il festival corteggia Checco Zalone. "Sta girando in Kenya, vediamo se torna in tempo", afferma il comico. "Come il quartetto Cetra". Per momenti di spettacolo "che possano integrarsi nel concorso". Armonia, a partire già dal numero dell'edizione: la 69/a. Una sorta di logo che "richiama la simmetria del sincronismo, lo yin e lo yang". E' bene specificare che per ora siamo davanti solo a dei rumors, alimentati da una battuta di Bisio in conferenza stampa. La giornalista chiarisce la natura ironica del paragone ma chiede a Baglioni la sua posizione in merito, considerando il suo impegno nella sensibilizzazione alle tematiche dell'immigrazione clandestina (sua l'idea del festival canoro O'Scià, che si svolge dal 2004 a Lampedusa). Temevo che fosse arrabbiata con me. "Le canzoni sono musica da fanteria, un'arte povera, ma riescono laddove tante altre cose non ce la fanno: creano una memoria, sono come dei profumi e noi cerchiamo di salvaguardarle".

Gli fa eco Virginia: "Lo stimo da sempre, ero piccola e lui già lavorava". E' un mostro. La cosa positiva - sorride - è che quest'anno devo imparare un nome solo, Claudio. Una lista opinabile, ma l'infallibilità non esiste", sottolinea, rimandando al mittente le accuse che gli sono piovute addosso dal web sull'esclusione del brano sulla pedofilia scritto da Pier Davide Carone: "Non c'è stata nessuna censura. Mentre Massimo Giletti annuncia che avrà ospiti domenica a 'Non è l'Arena' su La7 proprio Carone e i Dear Jack. "Credo che tutto ciò che abbiamo fatto negli anni parli per noi più di un'accusa che mi sembra un po' superficiale".

Come questo: