Pubblicato: Gio, Gennaio 10, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Banca Carige apre il 2019 in amministrazione straordinaria

Banca Carige apre il 2019 in amministrazione straordinaria

La lettera dell'1 gennaio 2019, firmata da Pedro Gustavo Teixeira, segretario del consiglio direttivo della Bce è la fotografia dello stato di crisi di Carige, riconducibile soprattutto alla governance caotica e rissosa, a lla debolezza patrimoniale e a una posizione di liquidità critica. Fabio Innocenzi, Pietro Modiano e Raffaele Lener sono stati nominati commissari straordinari e opereranno in base all'articolo 72 del TUB esercitando tutte le funzioni e tutti i poteri spettanti all'organo di amministrazione ai sensi dello Statuto della banca e della normativa applicabile. La decisione, annunciata da Bce e da una nota della banca, segue la bocciatura all'aumento di capitale da 400 milioni alla vigilia delle festività natalizie - provocata dall'astensione del principale azionista, il gruppo Malacalza - e le dimissioni della maggioranza del board. Negli anni 90, infatti, da istituto focalizzato nelle province di Genova e Imperia, dalle cui casse di risparmio è nata, ha assorbito diverse realtà, specialmente dal 2000 in poi, quando è diventato amministratore delegato Giovanni Berneschi.

Intanto, nel comitato di sorveglianza della banca si registra la nomina a presidente del professore e avvocato Gianluca Brancadoro, esperto di diritto societario, dei mercati finanziari e delle procedure concorsuali e nell'ultimo triennio Presidente del collegio sindacale della stessa Sga.

I commissari di Carige sono al lavoro sul piano strategico "che vuol focalizzarsi sui punti di forza della banca, sia nell'ottica della sua attività ordinaria, si in un'ottica di possibili partnership e alleanze". Ed è di questo che i commissari, sempre in settimana, dovrebbero discutere con il ministro Tria:inizialmente si era ipotizzato potesse avvenire domani, ma non al momento non è confermato. Nel 2015 banca Carige torna quindi a chiedere al mercato 850 milioni per coprire un buco patrimoniale da 814 milioni di euro.

More news: Migranti, Di Maio: la linea dura resta

Malacalza Investimenti rompe il silenzio.

Malacalza in aggiunta comunica che "si riserva ogni altra considerazione sul commissariamento di Carige, anche all'esito di diretta, più ampia e approfondita conoscenza e valutazione della misura disposta e dei provvedimenti ad essa sottostanti che ad oggi non le sono ancora noti".

Come questo: