Pubblicato: Mar, Gennaio 08, 2019
Sportivo | Di Concetto Furlan

Lorenzo: "Ducati troppo alta e grande per me"

Lorenzo:

Dal 1° gennaio 2019 Jorge Lorenzo è diventato un pilota Honda ed è eccitato per la nuova esperienza nel team Repsol. Poco più di due mesi prima dell'inizio della stagione in Qatar, il pilota spagnolo concede la sua prima intervista allo sponsor Repsol per analizzare le sue prime impressioni sulla Honda RC213V, e per parlare di cosa significa far parte della sua nuova squadra e delineare le sue ambizioni per l'anno.

"Sono molto orgoglioso di appartenere a questa famiglia e di poter contribuire a rendere la squadra ancora più forte - le parole di Jorge -: la Honda ha il maggior numero di vittorie e titoli, nel calcio sarebbero il Barça o il Real Madrid". Non esiste una squadra con piu' titoli in tutto il mondo" dice il campione mallorchino che sulle prime sensazioni dopo aver provato la sua nuova moto, aggiunge: "La scorsa stagione ho guidato una moto completamente diversa, che era molto grande e molto alta. "Mi sentivo un po' piu' fiducioso quando entravo in curva, perche' piu' ti avvicini al terreno, maggiore e' la tua sicurezza". È più compatta, è una moto più piccola e più bassa, con la quale posso raccogliermi meglio. "La prima impressione è stata positiva, ho visto tanto potenziale". "Sì mi piacciono. I miei colori preferiti sono sempre stati il bianco, il rosso e il nero".

Molti avrebbero posto il veto verso l'arrivo di un pilota così forte in una squadra che ha già un campione in casa. Nei test di fine anno a Jerez infatti, la sua moto presentava già delle novità tra cui un nuovo serbatoio. Sono stato abbastanza chiaro, Honda ha preso nota di tutte le mie indicazioni e in pochi giorni avevano tutto pronto. Quindi Marc li ha.

More news: Diplomatico nordcoreano in Italia chiede asilo

"Tutti i piloti hanno i propri punti di forza e le proprie debolezze. Ci spingeremo l'un l'altro; Voglio batterlo e lui vorrà battermi, e questo farà crescere sempre la squadra e aiuterà ad avere nuovi progressi tecnici".

Quest'anno il Repsol Honda Team compie 25 anni e Repsol raggiunge 50 anni sponsorizzazione nello sport. Cosa significa questo per voi? Quando Repsol ha iniziato a sponsorizzare la Honda, nel 1995, io avevo iniziato a guardare le gare di moto in televisione. È una squadra di grande successo, con molte vittorie e titoli mondiali, e ora avrò l'onore e il piacere di poterne appartenere. 50 anni sono estremamente lunghi. Credo che Ángel Nieto sia stato uno dei primi sportivi sponsorizzato da Repsol. È una giornata piena di aspettative? "La presentazione sara' molto speciale per me". Penso anche che si stiano generando grandi aspettative perchè io e Marc mettiamo assieme 12 mondiali. Soprattutto, c'è molto talento e molta velocità nel team più decorato della storia. L'aspettativa e l'ottimismo sono grandi e ci divertiremo quel giorno.

Come questo: