Pubblicato: Ven, Gennaio 04, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Carige, decade il Cda: la Bce dispone l'amministrazione straordinaria

Carige, decade il Cda: la Bce dispone l'amministrazione straordinaria

Per l'istituto la Banca Centrale Europea ha disposto l'amministrazione straordinaria, nominando Pietro Modiano (ex presidente), Fabio Innocenzi (ex ad) e Raffaele Lener commissari. Dunque, è decaduto l'intero consiglio. Negli anni 90, infatti, da istituto focalizzato nelle province di Genova e Imperia, dalle cui casse di risparmio è nata, ha assorbito diverse realtà, specialmente dal 2000 in poi, quando è diventato amministratore delegato Giovanni Berneschi. In particolare, adotteranno tutte le decisioni necessarie per la gestione operativa, riferendo periodicamente alla Vigilanza.

"Gli sforzi e i sacrifici di Malacalza Investimenti e quelli coessenziali di una moltitudine di piccoli azionisti cui deve attribuirsi altissimo merito, richiedono, a maggior ragione nel contesto adesso intervenuto, un massimo e definitivo grado di chiarimento, e rappresentano le coordinate dalle quali non è dato prescindere nella prospettiva del definitivo consolidamento patrimoniale e del pieno rilancio industriale della Banca, che Malacalza Investimenti continua fermamente ad auspicare e alla quale Malacalza Investimenti confida, al pari di tutti gli altri azionisti nel pieno delle loro prerogative di soci, di essere messa in condizione di concorrere su basi e presupposti di parità di trattamento, piena trasparenza e chiarezza". Anche in questo caso si tratterebbe della prima volta in Italia e a farsi carico delle perdite sarebbero, oltre agli azionisti, anche gli obbligazionisti e i clienti con oltre 100 mila euro sul conto corrente. Consob, intanto, ha sospeso a tempo indeterminato la trattazione dei titoli. La commissione nazionale per la società e la borsa deciderà nei prossimi giorni quando riammettere il titolo alle quotazioni di mercato.

Il primo aumento di capitale arriva nel 2014, per 800 milioni, e vede la fondazione scendere sotto il 20% del capitale. Un intervento però non sufficiente visto che, sempre nel 2014, il gruppo fallisce gli stress test della Bce.

In Toscana Banca Carige controlla la Banca del Monte di Lucca.

More news: La Cina conquista la Luna

La proposta non è passata a causa dell'astensione della famiglia Malacalza, socio di riferimento con il 27,5% del capitale dell'istituto.

La decisione presa dalla Bce dopo la raffica di dimissioni e la decadenza del cda.

Ma, a prescindere dai Malacalza - che si illudono di fermare la decisione della Bce ricorrendo alla Corte di Giustizia Europea, pace all'anima loro - che fine farà ora Carige? I sindacati hanno chiesto un incontro ai commissari.

Per il presidente di Carige Modiano "il provvedimento semplificherà e rafforzerà la governance di Carige e di conseguenza l'esecuzione della strategia in un quadro di sana e prudente gestione", mentre l'Ad Innocenzi ha detto di ritenere che "i vantaggi in termini di stabilità della banca si tradurranno in benefici per i clienti, i dipendenti e il territorio". L'occasione era proprio l'assemblea del 22 dicembre che avrebbe dovuto votare l'aumento di capitale da 400 milioni.

Come questo: