Pubblicato: Lun, Dicembre 03, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Pm, su Regeni presto i primi indagati

Pm, su Regeni presto i primi indagati

Ieri il presidente della Camera aveva annunciato lo stop ai rapporti con il Parlamento egiziano in assenza di risposte da parte dell'Egitto sul caso del ricercatore italiano ucciso a Il Cairo.

"A settembre sono andato al Cairo - ha proseguito Fico - avevo detto sia al presidente Al Sisi sia al presidente del Parlamento egiziano che eravamo in una situazione di stallo".

More news: M5s: Calabresi a Di Maio, lo sa che avete querelato mio padre?

Sette agenti dei servizi segreti egiziani saranno indagati dalla procura di Roma per sequestro di persona in relazione alla scomparsa di Giulio Regeni, il ricercatore 28enne di origine friulana sparito il 25 gennaio 2016 al Cairo e trovato cadavere il 3 febbraio lungo la strada che dalla capitale conduce ad Alessandria. Sfortunatamente, all'interno delle registrazioni prese in esame, sono presenti, guarda caso, dei "buchi" che gli egiziani attribuiscono ad una "sovrascrittura" che impedisce la visione di certi elementi. "Su Regeni credo che il governo e il Parlamento, con tutti i suoi esponenti di maggioranza e opposizione, stiano facendo il massimo".

Il lavoro degli investigatori italiani era finito in una informativa poi consegnata alle autorità egiziane nell'incontro svolto nel dicembre dello scorso anno. Da qui, la volontà di imprimere una svolta al fascicolo aperto quasi tre anni fa a piazzale Clodio. Un atto che rappresenta un passaggio formale e necessario in base al nostro tipo di ordinamento, a differenza di quello in vigore in Egitto. "Accelerazione che non avrà ripercussioni sull'attività congiunta che andrà avanti ancora con la magistratura del Cairo nei prossimi mesi". "Abbiamo sempre condiviso questa istanza e la necessità che si arrivi presto all'accertamento dei fatti", dichiara a margine del G20. Proprio negli orari d'interesse. Resta comunque un interrogativo sul fatto che dall'analisi dei video non è stato possibile individuare alcuna immagine del ragazzo. Tutti i gruppi parlamentari hanno aderito alla proposta. Inutile dire che si trattava di un tentativo di depistaggio.

Come questo: