Pubblicato: Ven, Novembre 16, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Cambia il "Padre Nostro": ecco il nuovo testo della preghiera

Cambia il

La Chiesa di Papa Francesco cambia il Padre Nostro, la prima preghiera dei cristiani, l'unica insegnata direttamente da Gesù e riportata nel Vangelo. Una modifica incoraggiata dallo stesso Papa Francesco, perché non trovava consona quella traduzione che era stata adottata, visto che Dio "non induce in tentazione", come aveva rimarcato il Pontefice, facendo notare che per quel versetto specifico non era stata fatta "una buona traduzione". Pertanto la nuova forma viene modificata in modo da risolvere tale incongruenza con "Non abbandonarci in tentazione".

More news: Victoria’s Secret Fashion Show 2018: tutte le foto della sfilata

La nuova versione ha avuto il via libera dall'Assemblea Generale della Cei - che si è appena conclusa - nel corso della quale è stata approvata la traduzione italiana della terza edizione del Messale Romano a conclusione di un percorso durato oltre 16 anni. Anche dalla messa di domenica, è stato fatto intendere. "Sarà anche più agile la preghiera nelle comunità", ha detto il presidente della Cei, card. La nuova frase sarà "non abbandonarci alla tentazione" invece che "non ci indurre in tentazione" e dell'inizio del 'Gloria' ("pace in terra agli uomini amati dal Signore" invece che "agli uomini di buona volontà)". Ma anche in questo caso, avverte la conferenza dei vescovi italiani, occorre attendere "la conferma della Congregazione per il Culto divino e la disciplina dei sacramenti".

Come questo: