Pubblicato: Dom, Novembre 11, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Qualifiche Brasile F1: Hamilton graziato dai commissari. La rete insorge!

Qualifiche Brasile F1: Hamilton graziato dai commissari. La rete insorge!

Andiamo, però, con ordine. Terza piazza per Valtteri Bottas, seguito da Kimi Raikkonen.

In top 10 anche la coppia Haas formata da Magnussen (7° a + 1 " 198) e Grosjean (8° a + 1 " 309), un risultato significativo per il team americano motorizzato Ferrari, che si sta ancora giocando con Renault il quarto posto nel mondiale costruttori.

LE Q2 È Lewis Hamilton il protagonista della seconda sessione, ma non per il terzo tempo conquistato. Un episodio 'notato' dalla direzione gara con una penalità che potrebbe arrivare nel post qualifica. L'australiano, suo malgrado, domani subirà una penalizzazione di cinque posizioni in griglia per la sostituzione di una componente della Power Unit.

Q1 - Le qualifiche prendono il via con il meteo che cambia drasticamente.

More news: Paralizzato dopo aver mangiato una lumaca: morto il giovane rugbista

Le FP3 sono iniziate con pista asciutta, e i piloti sono dunque scesi sul tracciato con pneumatici slick; la pioggia non ha fatto capolino, lasciando quindi la possibilità di effettuare simulazioni di qualifica. Tutti in pista per evitare il temporale che però non arriva. "La Ferrari è estremamente veloce in questo weekend, abbiamo lavorato a fondo con i tecnici per trovare l'assetto migliore", è il commento di Lewis Hamilton.

Q2 - La seconda parte delle qualifiche inizia con le nuvole che sembrano avere rallentato leggermente la propria corsa, ma la pioggia è imminente. Al box del Cavallino, invece, ad un certo punto i meccanici sono stati impegnati nella ricerca di qualcosa che infastidiva Vettel, muovendosi all'interno del suo abitacolo.

L'inglese è magico, fantastico nei due crono finali. Hamilton, poi, è stato l'unico insieme con Ericsson a migliorare il proprio tempo nella Q3, rendendo vana la rincorsa di Vettel. Subiscono il taglio Sergey Sirotkin (Williams), il tedesco Nico Hulkenberg (Renault), il francese Esteban Ocon (RP Force India), il messicano Sergio Perez (RP Force India) e il danese Kevin Magnussen (Haas) che viene estromesso da Charles Leclerc (Alfa Romeo Sauber) che centra un giro incredibile in extremis. Provare a superare il taglio con la Soft, ritenuta migliore in gara con il pieno di carburante, soprattutto dovessero essere confermate le previsioni di un caldo in aumento domenica, si porta dietro il rischio di una gomma che potrebbe non attivarsi e funzionare subito in condizioni con asfalto bagnato dalle prime gocce di pioggia. Il tedesco della Ferrari ha stampato un eccezionale 1'07 " 948, tenendosi alle spalle le due Mercedes del neo campione del mondo Hamilton (+ 0 " 217) e di Bottas (+ 0 " 517).

Come questo: