Pubblicato: Ven, Novembre 09, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Francia: c'è un'italiana tra i dispersi del crollo a Marsiglia

Francia: c'è un'italiana tra i dispersi del crollo a Marsiglia

"Sono qui, sono ora negli uffici della polizia giudiziaria, voglio notizie": sono le poche parole che il papà dice all'ANSA che lo ha contattato telefonicamente. Tra i sei cadaveri recuperati finora dalle macerie dei due palazzi crollati il 5 novembre mattina nel centro di Marsiglia, c'è anche quello della tarantina che sei mesi fa si era trasferita nella cittadina portuale in cerca di fortuna. L'altro, invece, era abitato da una decina di famiglie. I vigili del fuoco di Marsiglia hanno fatto crollare anche un terzo edificio adiacente ai due crollati poiché pericolante. I corpi di tre uomini e due donne sono già stati recuperati.

"Questo drammatico incidente potrebbe essere dovuto alle forti piogge che sono cadute su Marsiglia negli ultimi giorni", ha dichiarato un portavoce del municipio di Marsiglia, che per precauzione ha evacuato e spostato in altre abitazioni 100 residenti. Nessun corpo è stato al momento identificato. I genitori di Simona vogliono notizie della loro ragazza, di quella figlia così brava, che, dopo essersi laureata in lingue all'università del Salento, ha deciso di partire per la Francia e inseguire i suoi sogni, con una seconda laurea presa a Parigi ed un master seguito con successo. E quanto alla vicinanza che gli stanno dimostrando gli amici di Simona che sono a Marsiglia, aggiunge: "Sono in attesa come noi". Un barista che lavora in un locale vicino al luogo del crollo conosceva bene Simona e la descriva come una "ragazza geniale".

More news: Lazio, Inzaghi: "Bravi a ripartire dopo il brutto stop con l'Inter"

"Sono le case dei poveri che cadono, non è una coincidenza", ha affermato il deputato di sinitra Jean-Luc Mélenchon, del movimento "La France Insoumise".

Come questo: