Pubblicato: Sab, Novembre 03, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Juventus-Cagliari, Allegri: "Per la Champions la favorita numero uno è il Barcellona"

Juventus-Cagliari, Allegri:

SU PRIVILEGI O PRESSIONI - "Non mi sento l'allenatore più privilegiato del mondo, ma so che ho la fortuna di allenare in una delle società più importanti d'Europa".

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus.

"Quello che dobbiamo fare, vincere". La dimostrazione si è vista anche a Empoli, dove abbiamo avuto delle difficoltà: vincere le partite non è mai semplice. "Il Cagliari è la squadra che corre più di tutti e Pavoletti, dentro l'area, è uno dei più forti ad attaccare la palla di testa". "Ci aspetta una bella settimana".

RONALDO - "Se sia un giocatore imprescindibile?" Poi fortunatamente noi abbiamo Dybala e Mandzukic, che sono attaccanti che segnano.

Soddisfatto della marcia della Juventus fino a oggi? Perchè la Juve le ha vinte tutte tranne una ma anche le rivali sono lì: "Stiamo andando forte ma anche quelle dietro". L'Inter ha lasciato 5 punti, il Napoli ha perso lo scontro diretto. Quest'anno creiamo di più ma rispetto all'anno scorso abbiamo meno percentuale realizzativa.

"Mi piace, è giovane e bravo, ma dovrei allenarlo per capire. Insieme a Bernardeschi, Chiesa, Romagnoli, Rugani e altri sarà sicuramente il futuro di una Nazionale che ha ricominciato a far bene".

More news: Allerta meteo, scuole chiuse in diversi Comuni: a Roma si sta valutando

Domani saranno fuori Chiellini e Bernardeschi. "Spinazzola doveva già giocare con la Primavera, poi abbiamo preferito evitare per via del campo pesante". "Anzi, se non venisse sarebbe meglio". Come non lo è il campionato. Poi ho avuto fortuna, sfortuna per noi, che hanno vinto loro. Perché? Perchè basta vedere le partite e non guardarle. Noi siamo tra le prime quattro, ma ci vuole calma. Inter e Napoli ci sono dietro.

Bernardeschi è tornato dalla Nazionale con un problema muscolare.

SULLE SCELTE DI FORMAZIONE - "Pjanic e Matuidi giocano". Dietro rientra Cancelo; ci sarà Bonucci e un altro centrale in mezzo; a sinistra De Sciglio o Alex Sandro. Mandzukic è un po' che è fuori, sta bene, aveva bisogno di rifiatare per recuperare energie a livello mentale.

Il tecnico bianconero ha parlato in occasione dell'evento organizzato a Milano all'Adidas Store in corso Vittorio Emanuele II: "Per migliorare non ci resta che vincere la Champions League". "Le partite del PSG le vedo in Champions, ha qualità, e il passaggio del turno dipende dalla partita di martedì".

Per essere perfetti, cosa manca ancora? E come si mantiene alta la concentrazione? Bisogna porsi degli obiettivi, innanzitutto bisogna non prendere gol. Ne abbiamo presi 7 finora e sono tanti e in proiezione sono 28 gol subiti e con 28 gol rischi di compromettere il campionato. Il campionato è diverso dalla Champions, serve più concentrazione e attenzione. E' un grandissimo giocatore con molto margini di miglioramento perché ha 25 anni e quindi non ha ancora raggiunto la maturazione.

Pogba. "E' un giocatore del Manchester United e purtroppo mercoledì dobbiamo incontrarlo. Inter e Napoli perdono pochi punti, non dobbiamo pensare a quanto fatto, ma guardare avanti". Standing ovation in stile Cristiano Ronaldo? I tifosi devono farla ai nostri non agli altri. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Repubblica.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.

Come questo: