Pubblicato: Sab, Novembre 03, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Football Leaks butta la UEFA nella bufera

Football Leaks butta la UEFA nella bufera

Secondo Football Leaks, la cui inchiesta è stata ripresa da "Der Spiegel" in Germania, "Marca" in Spagna, "l'Equipe" in Francia e "l'Espresso" in Italia, la UEFA avrebbe così evitato che le grandi d'Europa partissero con una propria competizione concorrenziale a Champions e Europa League, già presentata da Agnelli e Rummenigge alla Bocconi nel gennaio 2016 e potenzialmente pronta a partire dal 2021 con obbligo di presenza ventennale per gli 11 "top club" fondatori. Nella nota Fifa si ricorda come la Federazione fosse in "una situazione disperata" nel 2015 e che sono state cambiate molte cose. La UEFA ha tutti i nostri contratti dal 2014. Oltre a questo, Infantino consentì al club di mettere a bilancio in forma retroattiva una parte del contratto con il Ministero del Turismo del Qatar nella stagione 2013-2014. Le pene potrebbero essere l'esclusione dalla Champions League con la conseguente cessione di campioni come Mbappé e Neymar. I documenti dicono che Infantino non solo sapeva che le squadre avevano agito contro le regole, ma aiutò anche le rispettive dirigenze a evitare le sanzioni. Il Paris Saint-Germain non dovette pagare niente. Altrimenti non si va da nessuna parte.

L'accusa più pesante è mossa nei confronti dell'attuale presidente della FIFA, Gianni Infantino. "Voglio dire, se stessi solo nel mio ufficio senza parlare con nessuno non farei niente".

More news: Cesare Battisti, l’ex terrorista, è sparito da giorni. Si sospetta una fuga

Dopo aver rivelato la riapertura del caso sulle presunte violenze sessuali di Cristiano Ronaldo, la testata tedesca ha pubblicato nuove rivelazioni che riguardano tutte le più alte sfere del calcio mondiale. È ovvio che queste campagne hanno uno scopo ben preciso: "quello di attentare alla credibilità della figura del presidente della Fifa Infantino e del segretario generale Fatma Samoura". Si sarebbe pertanto arrivati a una specie di Nba europea, che avrebbe permesso ai club partecipanti di negoziare direttamente con gli sponsor. Il Bayern chiese anche un parere legale per uscire dalla Bundesliga.

Lo scrive l'Espresso (qui l'articolo completo), che dopo aver analizzato le carte ottenute dal quotidiano tedesco "Der Spiegel", ha provato a comporre il piano che porterebbe società come Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco e anche la Juventus a moltiplicare i loro ricavi e, di fatto, mettere fuori gioco i tornei nazionali, destinati a perdere audience e quindi introiti. Secondo altri documenti, nella società avrebbero dovuto aggiungersi Inter, Roma, Atletico Madrid, Olympique Marsiglia e Borussia Dortmund.

Come questo: