Pubblicato: Gio, Novembre 01, 2018
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Firenze festeggia i 50 anni di Batistuta

Firenze festeggia i 50 anni di Batistuta

"Ma ogni professionista vuol fare carriera".

La sfida tra Fiorentina e Roma "che sono sempre state nel mio destino", il duello tra Messi e Cristiano Ronaldo "in cui prendo Leo" e la Juventus "che deve vincere la Champions League". La Roma? Può uscire dalla Champions così come vincerla. Mauro mi piace perché non si vede molto ma alla fine segna sempre. Dzeko-Simeone? Giovanni deve fare carriera ancora, ci sta mettendo impegno per lanciarsi, Dzeko è più affermato e maturo.

More news: GF Vip, lite furiosa tra Cecchi Paone ed Elia: l'ex velino crolla

'Quando ho detto a Batistuta 'Bentornato a Firenze' lui mi ha risposto che non è un ritorno perché questa è la sua città. L'argentino ha spaziato su vari temi, anche riguardanti il presente come nel caso di Federico Chiesa: "Io a Firenze mi sentivo vivo, ma ognuno è fatto a modo suo". Dopo le prime riprese girate a Reconquista, città originaria di Batistuta, la troupe ora sta girando a Firenze poi sarà a Roma (dove Gabriel ha vinto lo scudetto con i giallorossi), di nuovo in Argentina poi in Qatar.

Sulle motivazioni di Ronaldo: "Lui ha una mentalità e una personalità diversa". Credo che ora abbia più chance Mauro solo perché è più giovane. Le poche partite che ho fatto con lui me le sono godute. Per noi argentini Maradona era ed è il calcio. - "Se mi sarebbe piaciuto ricoprire nella Fiorentina lo stesso ruolo che ha oggi Totti nella Roma? Molti dei suoi errori li capisco e glieli perdono, altri invece no".

Come questo: