Pubblicato: Mer, Ottobre 31, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Emanuela Orlandi: Vaticano indaga sul ritrovamento di alcune ossa

Emanuela Orlandi: Vaticano indaga sul ritrovamento di alcune ossa

Il caso di Emanuela Orlandi potrebbe essere ad una clamorosa svolta, a distanza di oltre trent'anni: stando a quanto riportato dall'Ansa, sono in corso in Vaticano degli accertamenti dopo il ritrovamento di alcune ossa in un'area extraterritoriale vaticana, in un edificio di proprietà della Santa Sede. Le analisi cercheranno anche di capire se, in caso di resti incompatibili con il dna di Emanuela Orlandi, questi possano essere collegati a Mirella Gregori, anch'essa scomparsa nel 1983 nella Capitale ed il cui caso è stato da sempre ritenuto in qualche modo "collegato" a quello di Emanuela Orlandi. Allo stato attuale non e' ancora certo a che epoca risalgano i resti e se riguardino una sola persona. In passato, spiega ancora l'agenzia, si sarebbero verificati altri episodi analoghi. Si stanno eseguendo comparazioni, concentrate in particolare sul cranio e sui denti, per verificare se i resti rinvenuti si ricolleghino alla scomparsa della studentessa 15enne avvenuto nel giugno di 35 anni fa.

La famiglia Orlandi in realtà non si è mai arresa.

La Procura di Roma procede per omicidio in relazione al ritrovamento. E di fatti la denuncia di scomparsa è di nuovo sui tavoli della Gendarmeria e del Promotore di Giustizia. "E' un sacrosanto diritto avere verità e giustizia, non ci rinunceremo mai", aveva detto, in occasione dell'ultimo anniversario della scomparsa, il fratello Pietro che, dopo la chiusura delle indagini da parte della Procura di Roma, era tornato a chiedere giustizia direttamente al Tribunale vaticano.

More news: Dramma Leicester, il club conferma: "E' morto il nostro presidente"

In questi termini - come di "una stessa cosa" - ne parla Ali Agca, l'attentatore del Papa, ma non sono mai emersi elementi concreti che avvalorassero questa pista. "Il pontefice me lo deve dimostrare perché se ad inchiesta aperta nel 2013 mi disse che Emanuela è morta, vuol dire che sa qualcosa". Mirella scomparve dopo aver detto alla madre che "aveva un appuntamento" presso il monumento al bersagliere di Porta Pia con un vecchio compagno di classe, che peraltro quel pomeriggio era impegnato altrove.

I riflettori puntati sul caso di Emanuela Orlandi si sono accesi ancora una volta. Emanuela Orlandi sarebbe stata uccisa dopo essere stata tenuta prigioniera nei sotterranei di un palazzo vicino all'Ospedale San Camillo. Il presunto rapimento finisce infatti per intrecciarsi anche con l'attentato contro Wojtyla. Il 6 maggio 2016 la Cassazione aveva confermato l'archiviazione dell'inchiesta.

Come questo: