Pubblicato: Mer, Ottobre 31, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Desirée, tra Gad Lerner e Matteo Salvini è scontro: "Vergognati"

Desirée, tra Gad Lerner e Matteo Salvini è scontro:

Matteo Salvini ha commentato così il tweet di Gad Lerner sulla tragica vicenda di Desiréè Mariottini, la sedicenne stuprata e uccisa a Roma da un gruppo di sette stranieri. Per alcuni mancava solo che Gad Lerner scrivesse che Desiree se l'era cercata.

Gad Larner ha twettato ieri il seguente post: "Dopo #PamelaMastropietro guardiamo attoniti la vita e la morte di #DesireeMariottini: dipendente da eroina, figlia di spacciatore italiano e madre quindicenne, vittima di pusher immigrati".

Apriti cielo. Subito si è scatenata una serie di reazioni, che si sono moltiplicate su social, blog e siti. "Si vergogni, se ne è capace". In molti allora sono partiti all'attacco, accusando il giornalista di aver detto "una cosa vergognosa", "vomitevole".

More news: Salvini, Draghi? Ha fatto tanto per l'Italia

Per molti utenti social Gad Lerner con il suo post sulla morte di Desirée Mariottini avrebbe dato più peso alle fragilità della ragazza legate alle vicende familiari.

Forse Gad Lerner con il suo tweet si aspettava una risposta politica o a suo modo, poco opportuno, voleva far politica ma sbagliare l'accento su questioni così delicate stravolge il senso e il significato di ogni cosa. Le chiavi di lettura in effetti possono essere diverse, ma sicuramente è l'aver voluto sottolineare "dipendente da eroina, figlia di spacciatore italiano e di madre quindicenne" a creare il caos mediatico.

Come questo: