Pubblicato: Mar, Ottobre 30, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Matteo Salvini: "Sosterremo le banche, costi quel che costi"

Matteo Salvini:

Di Maio dovendo rispondere a complesse promesse elettorali non può accettare che si riscriva la manovra limando i numeri del Reddito di cittadinanza, molto costoso e dall'esito incerto; Salvini aprirebbe invece a una politica economica meno assistenzialista e indirizzata a sviluppare con più risorse le grandi opere infrastrutturali delle quali necessità oggi l'Italia.

Entrambi hanno confermato che non sarà apportato alcun cambiamento alla manovra. Il vicepremier chiarisce di non aver parlato di Rai: "E' una questione che stanno risolvendo, com'è giusto che sia, Salini e Foa".

More news: Marco Carta fa coming out: "Sono gay"

Gli occhi dunque continuano ad essere puntati sullo spread, che se si impennasse - come ha osservato anche il ministro dell'Economia Tria, insieme a Draghi - potrebbe mettere a rischio la stabilità finanziaria del Paese, banche comprese. Noi siamo disponibili a discutere, così come loro. E' un capitolo importante perché avremo costi energetici più bassi per il sistema industriale, è una cosa positiva.

Per il Commissario Ue "una manovra che aumenta il debito pubblico italiano, che è già al 130% del pil, il cui rimborso si attesta a 65 miliardi di euro l'anno, l'equivalente del budget dell'Istruzione in Italia e che pesa 1.000 euro per ogni italiano non è un bene per gli italiani".

Come questo: