Pubblicato: Gio, Ottobre 25, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Ufficiale: Gravina è il nuovo presidente della FIGC

Ufficiale: Gravina è il nuovo presidente della FIGC

Nessuna sorpresa all'orizzonte: il nome designato è quello di Gabriele Gravina, ex presidente della Lega Pro, unico candidato all'incarico. "Vorrei anche un calcio sostenibile, delle famiglie, capace di fare impresa e un calcio con impianti moderni e funzionanti".

"Ringrazio tutti per il supporto e il sostegno: Gabriele è uno di voi, uno che vuole cambiare e rilanciare il calcio italiano". Noi risponderemo con i fatti, con i comportamenti e con il lavoro. "Spero che nell'arco di qualche ora, sarà il primo punto che risolveremo in tempi rapidissimi in modo che già dalla settimana prossima ci sia la possibilità di convocare il primo consiglio federale". "Il calcio non puo' più aspettare, andiamo avanti insieme". "In un progetto di riforme di sistema le uniche porte che saremo felici di sbattere in faccia saranno quelle ad avventurieri e speculatori che tanto prendono e nulla lasciano al nostro calcio se non ferite nel cuore di intere realtà sportive".

More news: Manovra, Conte ottimista: "Pronti al tavolo con la Ue"

Il primo nodo per Gravina è la composizione del nuovo Consiglio federale. "Con un po' di presunzione - conclude Fabbrcini - mi darei una sufficienza striminzita, ma per l'impegno molto di più". Le parole di Gabriele Gravina. Sin dagli anni Ottanta si interessa al mondo dello sport, dapprima come accademico quindi ricoprendo cariche nel settore. La Serie A ne avrà 20, la Serie B 19, la Lega Pro 58, la Lega Nazionale Dilettanti 90, l'Associazione Italiana Calciatori 52, l'Associazione Allenatori 26 e l'Associazione Italiana Arbitri 9. Dopo essere stato, per un biennio, membro della Commissione della Uefa per l'Assistenza tecnica ed amministrativa, negli anni Duemila ricopre in diversi periodi la carica di capo delegazione della Nazionale Under21, guidando gli azzurrini ai campionati europei del 2004, 2007 e 2009 oltre che ai Giochi olimpici di Atene 2004 e Pechino 2008. Viene confermato nell'incarico il 15 novembre 2016, con 55 preferenze, mentre l'avversario Alessandro Barilli ne riceve soltanto 3. C'è stata una richiesta ufficiale da parte di Lotito - ha concluso Gravina - e mi sembra che abbia avuto ragione e io devo rispettare lo statuto. "E non capisco perchè ricorrere alla giustizia ordinaria se c'è una giustizia sportiva che funziona".

Come questo: