Pubblicato: Mer, Ottobre 24, 2018
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Roma, dopo 100 anni riappare il Bal Tic Tac di Balla

Roma, dopo 100 anni riappare il Bal Tic Tac di Balla

Una scoperta 'miracolosa', il ritrovamento di un'opera considerata perduta: a quasi un secolo di distanza, tornano alla luce le decorazioni del 'Bal Tic Tac' realizzate da Giacomo Balla per il locale futurista di via Milano, a Roma.

Colori e dimensioni "tuttora vividi ed evocativi del tempo - sottolinea il soprintendente speciale di Roma Francesco Prosperetti - e di un luogo innovativo, dove per la prima volta inconsapevolmente fu suonato il jazz, una musica accelerata che rappresentava benissimo la temperie futurista". Nel locale, dove sono state ritrovate le pitture di Balla c'era stato per anni un noto negozio di lumi, ma molte altre attività avevano occupato quegli spazi dopo la decadenza del Bal Tic Tac, la sala da cabaret per la quale Balla era stato scritturato. Certo si sapeva dell'esistenza del locale e anche della decorazione fatta da Balla, ma si credeva che tutto fosse andato perduto.

Le pitture murali dai "colori aggressivi", dal blu al rosso e il giallo, eseguite sulle pareti e sul soffitto del piano terra, incorniciano un rettangolo bianco che con ogni probabilita' serviva a contenere uno schermo per le proiezioni cinematografiche che si tenevano al Bal Tic Tac, il mitico locale futurista inaugurato a fine novembre del 1921 da Marinetti e decorato e arredato da Balla.

More news: Reddito cittadinanza: sarà attribuito senza domanda

Luigi Donato, capo dipartimento Immobili banca d'Italia, ha commentato: "Quando abbiamo trovato questo forte segno del destino di riportare alla memoria il Bal tic tac a noi è sembrato doveroso guardare all'arte come qualcosa di straordinario da conservare e valorizzare".

L'edificio è destinato a diventare un Museo per l'educazione monetaria e finanziaria della Banca d'Italia, la cui apertura è prevista per la fine del 2021. "Come abbiamo un notevole patrimonio archeologico, puntiamo adesso su questa valorizzazione con lo stesso senso di responsabilità sociale".

Come questo: