Pubblicato: Mar, Ottobre 16, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Ancelotti: "Innamorato del Napoli. Insigne? Ora deve fare il salto di qualità"

Ancelotti:

Ho letto qualcosa anche se non bazzico molto sui social. E quest'anno possono trionfare in Champions, sono due i candidati. Oggi crede in se stesso. Per quel che concerne la scelta dei terzini invece vi sarebbe maggiore difficoltà in quanto tendenzialmente il tecnico preferisce avere un laterale di spinta a sinistra (che in questo caso potrebbe essere Emerson Palmieri, attualmente con lui al Chelsea) e uno più bloccato invece sulla corsia di destra con Alessandro Florenzi che difficilmente sarebbe quindi la prima scelta (probabilmente Mattia De Sciglio si avvicinerebbe di più al suo modo di intendere quel ruolo). Era solo questione di tempo e non credo proprio fosse un problema di posizione.

"Vedo che il presidente continua a riversarmi parole di ogni tipo". Mi hanno aiutato gli spagnoli, quelli che parlano la nostra lingua calcistica.

Il legame con Napoli e i napoletani resta intatto: "Un amore eterno, so cosa pensano i tifosi e questo mi basta".

More news: Papa: "Abortire è come affittare un sicario per risolvere un problema"

HIGUAIN - "Gonzalo è andato via da Napoli presto". Ci sarebbero state le condizioni per vincere. Il rimpianto magari resterà. Può diventare presto un autentico fuoriclasse.

E ancora: "Mi dispiace che Reina al Milan non giochi, non posso scegliere tra Martens e Milik ma se dovessi puntare su un altro made in Italy da mettere sul podio insieme a Insigne prenderei Bernardeschi". E' un talento purissimo, generoso, dinamico: ha i colpi del predestinato.

Poi l'allenatore allarga lo sguardo anche alle altre di A: "Per lo scudetto la Juve non ha rivali, quando lo ricevo pensavano che volessi portare acqua dalla mia parte". Entro a Stamford Bridge e sento urlare il mio nome.

Come questo: