Pubblicato: Dom, Ottobre 14, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Ipotesi newco per Alitalia Ma è scontro Tria-Di Maio

Ipotesi newco per Alitalia Ma è scontro Tria-Di Maio

L'obiettivo, oltre a quello turistico, è anche quello di rilanciare Alitalia e il suo ruolo strategico per l'offerta del turismo in Italia. Il ministro dello Sviluppo economico ha in tal senso fatto sapere che i contatti con Bruxelles sono stati già avviati, ma non è ancora noto quale sia il giudizio della Commissione in merito alla richiesta italiana. "So che il vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio sta facendo un ottimo lavoro per il rilancio di Alitalia: creare una partnership tra Fs e uno o più aziende partecipate dello Stato va in questa direzione", ha sottolineato il premier.

"L'Italia è un'industria straordinaria per il turismo e per valorizzarla vogliamo rendere efficiente e attrattivo il sistema di trasporto" ha ribadito il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in visita in Etiopia.

Al quotidiano economico il vice premier Di Maio ha fornito alcuni dei dettagli che presenterà più nel dettaglio ai sindacati in mattinata. Il principale riguarda la partecipazione dello Stato nellla nuova compagnia, attraverso la costituzione di una newco con "una dotazione iiziale tra 1,5 e 2 miliardi" in cui lo Stato manterrà una quota vicina al 15% con in porgramma anche l'ingresso di Ferrovie dello Stato.

More news: Fmi taglia le stime del Pil italiano, rischio shock

Secondo Di Maio entro fine mese arriverà finalmente l'offerta attesa per il vettore."Arriveremo alla scadenza del 31 ottobre", ha spiegato Di Maio, "con una manifestazione di interessi con offerta vincolante per Alitalia". "Il ministero dell'Economia convertirà in equity parte del prestito con cui coprirà la quota del 15% di partecipazione nella newco".

La newco, ha proseguito Conte, sarebbe una soluzione "che consente a noi di preservare un patrimonio storico, Alitalia, ma di avere anche una sostenibilità economica del progetto perché è chiaro che qualsiasi società deve mantenersi sul mercato e avere una prospettiva economica ed essere in grado di mantenerla da sola". Nessuna proroga è prevista, aggiunge Di Maio, per il prestito ponte da 900 milioni concesso dal precedente Governo e che dovrebbe essere restituito da Alitalia entro il prossimo 10 dicembre. "Una dotazione che le consente di emergere dalla linea di galleggiamento", spiega il leader M5s.

Un biglietto unico treno-aereo.

Come questo: