Pubblicato: Ven, Ottobre 12, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Pensioni ultime notizie: boeri con quota 100 debito cresce di 100 mld

Pensioni ultime notizie: boeri con quota 100 debito cresce di 100 mld

"È un'operazione che fa aumentare la spesa pensionistica mentre riduce in modo consistente i contributi previdenziali anche nel caso in cui ci fosse davvero, come auspicato dal governo, una sostituzione uno a uno tra chi esce e chi entra nel mercato del lavoro".

Introdurre nel sistema previdenziale la "quota 100", con un minimo di 62 anni di età e 38 di contributi, insieme allo stop all'indicizzazione alla speranza di vita per i requisiti contributivi nella pensione anticipata, porta a un aumento del debito di circa 100 miliardi e, "già nel 2021, a un incremento ulteriore di circa un punto di pil della spesa pensionistica".

Non si placa il confronto a distanza fra il ministro dell'Interno Matteo Salvini ed il presidente dell'Inps Tito Boeri sulla riforma delle pensioni e l'introduzione della quota 100, che cancellerebbe la legge Fornero.

Dopo il vicepremier Matteo Salvini, a difendere i provvedimenti in via di approvazione del Governo sono stavolta i deputati M5S delle commissioni Lavoro e Bilancio, secondo i quali "Boeri deve rassegnarsi: l'indirizzo politico del governo lo decidono i cittadini, non un organismo tecnico come quello che presiede".

More news: Migranti, Salvini: "No ai charter dalla Germania, chiudiamo gli aeroporti"

Secondo Boeri, però, non è così che andrà: il presidente dell'Inps, infatti, ha dichiarato che difficilmente le aziende assumeranno fin da subito delle nuove leve per far fronte alle uscite e qualora lo faranno non certamente nella misura (1,5 giovani per ogni pensionato) ipotizzata da Salvini.

Un'altra critica mossa da Boeri in merito alla Quota 100 è che questa riforma pensioni favorirebbe gli uomini, penalizzando così le donne che per andare in pensione anticipatamente dovrebbero optare per l'Opzione donna, che tuttavia comporta alcuni svantaggi.

Infine punta ancora il dito contro quota 100 affermando che la nuova riforma porterebbe ad un aumento del debito di ben 100 miliardi. "Non possiamo esimerci dal lanciare un campanello d'allarme riguardo alla scelta di incoraggiare più di 400.000 pensionamenti aggiuntivi (di cui 85 mila solo della scuola, ndr) proprio mentre si avviano al pensionamento le generazioni dei baby boomers e il numero di contribuenti tende ad assottigliarsi". Il risparmio che potrebbe arrivare dal ddl sarebbe inferiore a 150 milioni e riguarderebbe una platea di circa 30.000 persone. La riforma voluta dal governo porterà ad avvantaggiare soprattutto gli uomini, con redditi medio alti e i lavoratori del settore pubblico. Boeri si dice preoccupato anche per l'ipotesi di condono contributivo: "Il rischio - avverte - è quello di minare alle basi la solidità del nostro sistema pensionistico". Si potrà raggiungere quella cifra, ha sottolineato, solo "se il taglio sulle pensioni superiori a 90.000 euro annui facesse riferimento all'intero reddito pensionistico e non alle singole pensioni". Inoltre, secondo il presidente, saranno pesanti anche i sacrifici imposti ai giovani e per questo ha invitato a pensare al futuro: "Oggi si è parlato di privilegi". Debito che sarebbe scaricato sulle spalle delle future generazioni, precisa Boeri. "Quota 100 verrà introdotta". "Aumentando il tasso di occupazione aumenteranno anche i contributi versati alle casse dell'Inps, garantendo pensioni future piu' elevate e margini di spesa gia' oggi per mandare in pensione qualche anno prima chi ha gia' lavorato per 38 anni", concludono i deputati M5S.

Come questo: