Pubblicato: Ven, Ottobre 12, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Papa: "Abortire è come affittare un sicario per risolvere un problema"


Lo ha detto papa Francesco nel corso dell'udienza generale tenuta in piazza San Pietro, parlando dell'aborto. E "interrompere la gravidanza" è solo un modo di dire, che equivale a "far fuori qualcuno".

"Un approccio contraddittorio consente anche la soppressione della vita umana nel grembo materno in nome della salvaguardia di altri diritti. Ma come può essere terapeutico, civile, o semplicemente umano un atto che sopprime la vita innocente e inerme nel suo sbocciare?".

La ricca eredità di san Giovanni Paolo II, ha concluso Francesco, è per tutti noi una sfida ad essere fedeli a Cristo e a rispondere con gioia alla sua chiamata alla santità, ciascuno nella propria specifica situazione personale.

More news: Ucraina, Shevchenko: "Sarà dura. Modello? Ancelotti mi ha dato tanto"

"La vita è aggredita dalle guerre, dalle organizzazioni che sfruttano l'uomo, dalle speculazioni sul creato e dalla cultura dello scarto, e da tutti i sistemi che sottomettono l'esistenza umana a calcoli di opportunità, mentre un numero scandaloso di persone vive in uno stato indegno dell'uomo". I figli che si accolgono come vengono, come Dio li manda, come Dio permette - anche se a volte sono malati.

Il tema della vita e della mancanza di umanità nel "far fuori" un problema come un nascituro è stato al centro dell'Udienza Generale: si è partito dalla discussione dedicata al quinto dei 10 Comandamenti, "non uccidere" e si è affrontato il nodo centralissimo di "Dio amante della vita". Da dove viene tutto ciò?, si è domandato ancora il Pontefice: "La violenza e il rifiuto della vita da dove nascono in fondo?" Il Pontefice ha quindi continuato: "Pensiamo, ad esempio, a quando si scopre che una vita nascente è portatrice di disabilità, anche grave. Invece spesso ricevono frettolosi consigli di interrompere la gravidanza", ha detto Francesco.

Viale - che è anche il pioniere della somministrazione ordinaria della pillola abortiva RU486 - spiega: "Gli insulti del Papa lasciano l'acqua che trovano. Questo è disprezzare la vita, è uccidere". In questa direzione sicuramente procede il lavoro per l'ormai giunto sinodo dei giovani, proprio le nuove generazioni sono detentrici del futuro dell'umanità e di conseguenza del ruolo della Chiesa al suo interno.

Come questo: