Pubblicato: Mer, Ottobre 10, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Spread a 310, Piazza Affari negativa


Resta alta la tensione sui mercati per la manovra che si appresta a varare il governo gialloverde. A nome del governo dico che non toneremo indietro. L'allargamento dello spread ha avuto una impennata dal 2 ottobre scorso quando era aveva toccato i 191 punti ed aveva ritoccato i massimi di giugno scorso quando si era attestato a 161 punti. Così il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini.

Lo spread tra btp e bund sceso sotto i 300 punti è a 297 con il rendimento del decennale italiano stabile al 3,5%. Era infatti dall'aprile del 2013 che la forbice tra i bond governativi di Italia e Germania non segnava un differenziale tanto ampio.

More news: Grande Fratello Vip, Francesco Monte: "Paola di Benedetto? Era solo un’attrazione sull’Isola"

Piazza Affari termina in calo del 2,43%, maglia nera in Europa. Il comparto banche ha perso il 3,71%, con Banco Bpm che ha ceduto il 6,5%, Ubi il 4,9%, Fineco il 4,8%, Unicredit il 3,5% e Intesa il 3,2%. A perdere sono soprattutto Carige e Mps, che in mattinata è stata anche sospeso dagli scambi. Fuori dal paniere principale prosegue la corsa di Astaldi (+21,5%) sulle scommesse di un salvataggio che aiutano anche Trevi (+3,67%) con i cda che ha dato il via alla manovra di rafforzamento del capitale.

La Borsa di Londra chiude in rialzo frazionale con l'indice Ftse 100 che guadagna lo 0,06% a 7.238 punti. La moneta unica è trattata a 1,1498 (dagli 1,1524 di venerdì sera). Ma la divisa europea paga anche il progressivo apprezzamento del dollaro sulla prospettiva di un'accelerazione del rialzo dei tassi Usa.

Come questo: