Pubblicato: Mar, Ottobre 09, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Sir Volley Perugia, cocente ko al debutto. Trento super e addio Supercoppa

Sir Volley Perugia, cocente ko al debutto. Trento super e addio Supercoppa

Partita bellissima a Perugia, dove i padroni di casa cadono a sorpresa contro un Itas Trentino scatenato. I parziali dei set: 25-22, 25-21, 26-24.

AZIMUT LEO SHOES: Urnaut 10, Anzani 5, Zaytsev 25, Bednorz 11, Holt 10, Christenson 6, Rossini (L); Mazzone 2, Kaliberda 3, Pierotti. Il giorno successivo, domenica 7 ottobre, la finalissima fra le due vincenti programmata per le ore 18 e preceduta di tre ore (alle 15) dalla finale per il terzo posto. Nelle prime due frazioni di gioco, però, ad essersi imposto è Trento che ha mostrato più cinismo e precisione in fase offensiva.

Sull'onda dell'entusiasmo Modena parte alla grande anche nel secondo set, sfruttando al massimo la potenza del proprio servizio, a volte fortunato (ace con l'aiuto del nastro per il 3-5) ed altre invece decisamente potente (6-10).

Siamo nel corso del secondo set di Perugia Trento, gara valida per la semifinale della Supercoppa 2018 di Volley. Sul 22-23 Atanasijevic sbaglia il servizio, poi Lanza peggiora le cose con un'imprecisione che vale il 22-25 per Trento. La ripresa parte con uno squillo di Kovacevic. Risponde Leon per Perugia, poi ancora Trento che va fino all'1-3 con Candellaro. L'ace di Giannelli e un errore sul fronte opposto certificano il cambio di rotta (10-17) rispetto ai primi 60 minuti.

More news: Ryder Cup, tifosa colpita da pallina durante il torneo: perde la vista

IL MATCH - Formazioni della vigilia in campo al via. N.e.: Hoogendoorn. All. Bernardi, vice all Fontana. Attacca out in parallela Russell e si torna in parità (6-6). "Noi al tempo stesso giochiamo nel nostro palazzetto e vogliamo vincere per conquistare la finale". - L'inizio però è stato promettente.

Ricordiamo che la prima semifinale tra Perugia e Trento sarà visibile in diretta tv sulla Rai: appuntamento alle ore 17.00 al canale Raisport+, al numero 57 del telecomando del digitale terrestre.

Due anni dopo la Supercoppa si colora nuovamente di gialloblu. "Si sono guadagnati due giorni di riposo". L'ultimo ostacolo, abbattuto con il sacrificio, la determinazione e la volontà di superare i momenti difficili, è stata l'Itas Trentino, che si è confermato un ottimo complesso di squadra ma che non ha avuto la forza per completare la rimonta. Lisinac e Russell sono scatenati (12-6) e la ricezione ospite va a corto di fiato. La squadra allenata da Velasco nella finalissima a battuto al tie-break Trento in una partita ricca di emozioni e di spettacolo.

La partita Si comincia alle 18 precise con gli schieramenti base e con le due squadre che viaggiano gomito a gomito. Non è meno messo bene pure Angelo Lorenzetti, allentare di Trento: il ct infatti potrà contare in questa stagione su nomi come quelli degli azzurri della nazionale Nelli, Giannelli e Candellaro, oltre che al bronzo mondiale di Aaron Russell e il sempre fondamentale libero Jenia Grebennikov, che pure sotto le insegne della Francia ha fatto vedere una condizione eccezionale nell'ultima competizione iridata.

Come questo: