Pubblicato: Mar, Ottobre 09, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

F1, Gp Giappone: Lewis Hamilton vince, Sebastian Vettel solo sesto

F1, Gp Giappone: Lewis Hamilton vince, Sebastian Vettel solo sesto

Il tedesco aveva poi messo a segno un sorpasso bellissimo sorpasso su Grosjean e aveva recuperato la posizione su Raikkonen proprio all'ultima curva.

Hamilton è stato in testa per ogni singolo giro a Suzuka durante la sua nona vittoria della stagione, sei delle quali sono arrivate nelle ultime sette gare. Al terzo giro, entra la safety car per la gomma lasciata in pista da Magnussen.

Così Daniel Ricciardo a fine gara: "A sorpresa sono stato in grado di risalire dal fondo e di fare sorpassi in modo abbastanza semplice".

Vettel lascia sfilare il gruppo, in attesa di rientrare in pista. Si riparte al settimo passaggio, le posizioni non cambiano.

Per i primi giri spinge al massimo per recuperare più posizioni possibili, e al trentaquattresimo giro è in sesta posizione. O forse preoccupandosi anche troppo!

More news: Mara Venier confessa: "Terrorizzata da mio marito"

Suzuka è stato l'ultimo esempio di una stagione iniziata bene e che sta finendo malissimo. Il successivo testacoda ha sancito la fine anticipata della gara di Vettel, nonostante sia poi ripartito ed abbia concluso al sesto posto. "Ovviamente ora è più difficile, ma cosa abbiamo da perdere?", la sua domanda retorica.

Per archiviare il Giappone e guardare verso l'America a Austin (dove la Ferrari può tecnicamente andare forte) va fatta una menzione speciale a Ericsson, che quando vede il giovane Leclerc generalmente lo punta e questa domenica non ha fatto eccezione. Uno in più di Sebastian Vettel, che deve ritrovarsi in vista della prossima annata se vuole tornare a vincere.

"Da ragazzo correvo la distanza lunga, nella corsa campestre, e finivi le energie a tenere il passo di quelli che, per qualsiasi ragione, in quel momento avevano la resistenza". Il suo cavaliere non è un visionario, ma il pilota più concreto dell'anno e lui gli copre le spalle per tutta la gara, senza poterlo mai per nulla impensierire, in entrambe le accezioni del verbo potere. Sul podio anche Bottas. Dopo il secondo posto di Monza, il finlandese è tornato a sedersi.

Disastro Ferrari in Giappone, soprattutto per Sebastian Vettel. Tuttavia, non è riuscito a portare a termine il sorpasso.

Mentre la Ferrari e Sebastian Vettel continuavano a fare harakiri: il sabato un errore grossolano di strategia, che ha costretto il tedesco a partire dalla terza fila. Questo ha condizionato negativamente il resto della mia gara. Il problema è che poco dopo, nel tentativo di passare anche l'olandese, il ferrarista di Germania ha esagerato in frenata e ha causato un contatto, di cui ha pagato il maggior prezzo (ma nessuna penalità visto che è stato giudicato incidente di gara).

Come questo: