Pubblicato: Mar, Ottobre 09, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Arrivabene, dopo il disastro in qualifica: Ciò che è successo è inaccettabile!

Arrivabene, dopo il disastro in qualifica: Ciò che è successo è inaccettabile!

Sì, perché nel giro di pochissime gare, da non prima dell'appuntamento di Monza per l'appunto, la Ferrari da contendente al titolo mondiale di Formula 1 sembra essersi trasformata in un gruppetto di appassionati di corse senza velleità professionali. "A differenza di altre volte, sarebbe semplicemente bastato togliere gli occhi dai computer e guardare la pista per capire quello che stava accadendo visto che tutti i nostri avversari sono usciti dai box con le slick - ha raccontato un Maurizio Arrivabene mostrando tutto il proprio malcontento per l'accaduto davanti alla stampa - Io non intervengo per quanto riguarda le scelte tecniche, non è il mio lavoro, però oggi ero piuttosto arrabbiato e sono qui a prendermi le mie responsabilità, a metterci la faccia".

Alcuni tecnici del Cavallino Rampante hanno deciso di operare una scelta azzardata e sbagliata ma lo stesso Arrivabene precisa: "Non voglio puntare il dito contro qualcuno, dico solo che siamo una squadra ancora giovane e che il prezzo dell'inesperienza a volte si paga".

Proprio quest'ultima frase del manager bresciano presenta un non so che di assurdo. "Tutti quanti hanno avuto una reazione d'orgoglio", ha detto ancora Arrivabene. Ti sale quel senso di frustrazione misto a rabbia che fa letteralmente andare il cervello in completo black out.

More news: Caso Ronaldo, l'avvocato dell'accusatrice: "Perse le prove"

Se le possibilità per Vettel di rimontare su Lewis Hamilton erano basse, adesso sono bassissime.

Una vera e propria giornataccia per la Ferrari che ha fallito le qualifiche del GP del Giappone 2018, 17^ tappa del Mondiale F1.

"La Ferrari è regolare, lo è oggi e lo era all'inizio della stagione". "Ci manca un pistaiolo, uno che fiuta l'aria e sa indirizzare il gruppo, ci manca il famoso tattico come in coppa America". "Salteranno delle teste? A caldo non si prendono decisioni, se e sottolineo se, i conti li faremo, saranno fatti a fine stagione" ha concluso. Arrivabene esprime la preoccupazione che quelle novità vengano carpite dai rivali. Ma a Maranello non lo ammetteranno mai.

Come questo: