Pubblicato: Lun, Ottobre 08, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Migranti, Salvini: "No ai charter dalla Germania, chiudiamo gli aeroporti"

Migranti, Salvini:

"L'eventuale accordo con la Germania riguarderà il futuro". Tutto finito quando Seehofer ha presentato la sua proposta per i rimpatri dei migranti dalla Germania in Italia, quella che avrebbe dovuto prevedere un "saldo zero" negli scambi tra Paesi. Per effetto delle norme che disciplinano il "Regolamento di Dublino" nel momento in cui vengono identificati in un qualsiasi punto dell'Unione Europea, vengono rispediti nel Paese che ha rappresentato la loro porta d'ingresso in Europa. Ad andare all'attacco del ministro dell'Interno e delle sue presunte contraddizioni è Filippo Sensi (Pd):"Non bastano proclami e veline. Certo, se fosse vero, potrebbe essere un problema politico e diplomatico", ha fatto sapere il dicastero diretto da Matteo Salvini. È questo che emerge dall'ultimo post del Ministro dell'Interno che, attraverso il suo profilo Facebook, ha inteso esprimere in maniera netta il proprio punto di vista relativamente ai charter in arrivo della Germania che riportano in Italia alcuni profughi.

A metà settembre, Salvini aveva negato di avere firmato l'accordo con la Germania, spiegando di essere disposto a farlo solo se avesse ricevuto la garanzia che per ogni migrante rimpandato in Italia, uno attualmente in Italia fosse ricollocato in un altro paese europeo. E ora pizzicato col sorcio in bocca da quei cattivoni di Repubblica fa il ganassa?

More news: Psv Eindhoven, Van Bommel: "Con l'Inter una sfida già decisiva"

"Se qualcuno a Berlino o a Bruxelles - precisa il vice-presidente del consiglio - pensa di scaricare in Italia decine di immigrati con dei voli charter non autorizzati, sappia che non c'è e non ci sarà nessun aeroporto disponibile".

Il primo volo sarebbe già programmato per il martedì 9 ottobre, ma al Viminale non risulta ancora niente di ufficiale.

Come questo: