Pubblicato: Sab, Ottobre 06, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Cresce il reddito delle famiglie ma i consumi ristagnano

Cresce il reddito delle famiglie ma i consumi ristagnano

Secondo i dati diffusi oggi da Istat, nel secondo trimestre del 2018, nonostante la crescita del reddito disponibile, i consumi delle famiglie italiane sono rimasti sostanzialmente fermi rispetto al primo trimestre (+0,1%).

La propensione al risparmio delle famiglie consumatrici - prosegue l'Istat -, calcolata come rapporto percentuale tra il risparmio lordo e il reddito disponibile lordo corretto per tener conto della variazione dei diritti netti delle famiglie sulle riserve tecniche dei fondi pensione, nel secondo trimestre 2018 è stata pari all'8,6% (+1,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente). In pratica, hanno spiegato i tecnici dell'Istituto di statistica illustrando i numeri, "il marcato aumento del reddito", legato soprattutto agli incrementi salariali del pubblico impiego, non si è trasferito sui consumi. La spesa delle famiglie per consumi finali, infatti, precipita da una variazione congiunturale dello 0,8% del precedente trimestre a +0,1%. Ma i consumi, appunto, sono stagnanti.

More news: Grande Fratello Vip, Francesco Monte: "Paola di Benedetto? Era solo un’attrazione sull’Isola"

Si tratta di una strategia fondamentale per una ripresa stabile e un rilancio del potere di acquisto, particolarmente importante per un Paese come il nostro in cui è forte la componente della domanda interna sull'andamento del sistema economico. "Per tornare ad un valore peggiore bisogna risalire al primo trimestre 2016, con -0,2%" afferma Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori. Cala la pressione fiscale.

"Si estende l'ombra della povertà", commenta Federconsumatori, che sottolinea la difficoltà delle famiglie nel far fronte alle spese quotidiane.

Come questo: