Pubblicato: Ven, Ottobre 05, 2018
Medicina | Di Gottardo Magnano

Due casi di colera in Campania, dopo ritorno dal Bangladesh

Due casi di colera in Campania, dopo ritorno dal Bangladesh

Così come constatiamo che quando si verificano casi gravi di malattie infettive come la legionella a Brescia, nessun giornale crea l'allarmismo che invece su Napoli trasuda da alcune prime pagine e da certi servizi televisivi.

Da poco erano tornati da un viaggio in Bangladesh. L'autore de I bastardi di pizzofalcone si è rivolto direttamente al direttore Vittorio Feltri, in visita oggi alla città partenopea per presentare un libro.

I sierogruppi di Vibrio cholerae che possono causare epidemie sono due: il Vibrio cholerae 01 e il Vibrio cholerae 0139. I primi esami hanno evidenziato l'assenza della malattia, sebbene non sia da sottovalutare la presenza di sintomi che vanno valutati con attenzione. Una sparata che, come prevedibile, ha scatenato le polemiche, in primis da parte dell'Ordine dei giornalisti: "Quel titolo viola la carta di Roma che Tutela la dignità dei migranti, l'infanzia e i soggetti più deboli - sostiene il presidente dell'Odg Carlo Verna, che ha annunciato di aver "già allertato gli uffici dell'ordine per chiedere repentinamente una valutazione al consiglio di disciplina nazionale" per eventuali provvedimenti disciplinari". L'indignazione è scattata anche via Twitter.

More news: Conte: 4 mesi governo e Manovra seria

Stando a quanto si apprende su Internapoli.it, a finire in ospedale sarebbe stato anche l'altro fratellino, di quattro anni, affinché potessero essere verificate anche le sue condizioni di salute. Dal contagio sembrerebbero esclusi i parenti dei due pazienti che rimangono però sotto osservazione per ulteriori accertamenti.

La donna sembra non destare troppe preoccupazioni, ma il bambino è stato fino a questa mattina in rianimazione. "I casi sono sotto controllo".

Sono state ricoverate all'ospedale Cotugno di Napoli due persone appena rientrate dal Bangladesh.

Come questo: