Pubblicato: Mar, Ottobre 02, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Stop ai diesel: ferme 3 milioni di auto


Scattano da oggi, 1 ottobre, i provvedimenti dell'accordo regionale per l'aria contro l'inquinamento. Da oggi, lunedì 1 ottobre, in Emilia Romagna, Lombardia e Veneto inizieranno le limitazione alla circolazione dei diesel più inquinanti per rimanere in vigore fino al 31 marzo dell'anno successivo. In Piemonte il divieto scatterà una settimana più tardi. In base a quanto riportato da Aci, il fermo interesserebbe circa 3 milioni di veicoli tra automobili e mezzi pesanti. Nell'accordo sono previste anche nuove domeniche ecologiche: le prime date da segnare sul calendario sono quelle del 7 ottobre e del 4 novembre.

Le deroghe in Lombardia riguardano veicoli di interesse storico o quelli con almeno tre persone a bordo (carpooling) e se vi viaggiano medici, veterinari, donatori di sangue, pazienti sottoposti a terapie, commercianti all'ingrosso, arbitri e atleti. E' possibile avere le stesse informazioni anche guardando sulla carta di circolazione. Gli automobilisti potrebbero avere a che fare con complicazioni dovute alla limitazione della circolazione in diverse zone del nord. Vietata la circolazione anche a veicoli Euro 0-1-2, mentre le Euro 4 possono circolare. Il progressivo abbandono dei motori diesel appare però segnato, con le regioni della pianura Padana che hanno stabilito il blocco dei veicoli Euro 4 a partire dal 2020 ed Euro 5 a partire dal 2025.

Sei mesi di limitazioni alla circolazione degli Euro 3 e delle auto a benzina e diesel più vecchie in tutto il Nord Italia.

More news: Meteo Napoli, arriva l'Uragano Medicane: è allerta massima, ecco quando

Per il Piemonte i divieti antismog subiranno uno slittamento.

"Il problema di questo provvedimento - spiega Enrico De Vita, ingegnere esperto di tecnica e mobilità, citato da TgCom - è la mancanza di regole comuni, che dovrebbero essere stabilite da organi centrali, come il Cmr o le Università e non da ciascuna amministrazione". Lo stop si aggiunge al blocco permanente degli Euro 0 e a quello dei Diesel Euro 1 e 2 dalle 8.30 alle 18.30 per tutto l'anno.

Sono previste sanzioni da 163 a 658 euro per chi viene sorpreso a circolar con auto "vietate".

Come questo: