Pubblicato: Mar, Ottobre 02, 2018
Cultura | Di Socrate Ginnetti

È morto Charles Aznavour, pilastro della musica francese


Il cantautore francese Charles Aznavour è morto stanotte, all'eta di 94 anni, nella sua casa nel sud della Francia dove viveva da più di 30 anni.

"Fai della tua vita un'avventura, sorprendi gli uomini e le donne intorno a te, con umiltà, gentilezza, semplicità", era il suo motto. Nato a Parigi nel 1924 da immigrati di origine armena, Shahnour Vaghinagh Aznavourian, in arte Charles Aznavour, debuttò a teatro come attore di prosa.

Settant'anni di carriera, oltre trecento milioni di dischi venduti nel mondo e una cifra inconfondibile, elegante, malinconica. Nel dopoguerra, grazie a Edith Piaf che lo porto' in tournee in Francia e negli Stati Uniti, si mette in luce come cantautore. Il fatto che Aznavour cantasse in sette lingue gli consentì di esibirsi in tutto il mondo divenendo ovunque famosissimo. I suoi capolavori, il suo timbro di voce, il suo successo unico sopravviveranno a lungo", scrive il presidente Francese Emmanuel Macron in un tweet, aggiungendo: "Avevo invitato (Aznavour) nella mia missione a Erevan per il summit della francofonia, dove avrebbe dovuto cantare.

More news: Totti a cuore aperto: i consigli al figlio Cristian

In Italia per quasi tutte le versioni italiane delle sue canzoni collaborò con il paroliere Giorgio Calabrese.

Le sue canzoni (tra le quali si ricordano "La Bohème", "Sur ma vie", "Hier encore", "Il faut savoir" e in italiano "Ed io tra di voi" e "Com'è triste Venezia") sono state riproposte da grandissimi nomi del panorama musicale internazionale, tra i quali Sting, Bob Dylan, Ray Charles, Placido Domingo, Elton John, Liza Minnelli, Elvis Costello e molti altri. Il suo impegno come cantautore non gli ha impedito di battersi da sempre per la causa armena, con un'intensa attività diplomatica che gli è valsa la nomina di Ambasciatore d'Armenia in Svizzera.

Come questo: