Pubblicato: Lun, Ottobre 01, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Meteo Napoli, arriva l'Uragano Medicane: è allerta massima, ecco quando

Meteo Napoli, arriva l'Uragano Medicane: è allerta massima, ecco quando

Come spiega Antonio Sanò de "IlMeteo.it", sarebbe la prima volta di un uragano di categoria 1 o 2, ed è considerata la più grande tempesta del Mediterraneo da quando si raccolgono i dati, con venti che supereranno i 160 km/h nell'area. Quando l'allarme va dal giallo all'arancione tale informazione viene diramata ai sindaci, mentre in caso di allarme rosso si cominciano anche a coordinare le operazioni di emergenza.

Così c'è chi si è trovato su Facebook, WhatsApp e Telegram l'avviso di una imminente allerta meteo, dovuta ad un uragano che starebbe per colpire la Sicilia.

L'occhio del ciclone è in mare aperto e tutto intorno i venti soffiano a 150 chilometri orari circa. L'uragano dovrebbe raggiungere la sua forma completa nel corso della giornata di oggi, venerdì 28 settembre, al largo delle coste Siciliane, e dagli ultimi aggiornamenti sembra possa avvicinarsi pericolosamente alla Sicilia, in particolare alle province di Siracusa e Catania, e la Calabria meridionale (Reggio Calabria).

More news: Totti "dissi vigliacco a Spalletti"

Un violento uragano in arrivo sull'Italia, con venti che potrebbero toccare i 160 km. Poi, fra il 29 e il 30 settembre il Medicane dovrebbe spostarsi dalle coste italiane per migrare verso la Grecia, in particolare su Creta, isola in cui l'allerta è molto alta per rischio di alluvioni, vento fortissimo e onde alte. Vengono riportati, infatti, un medicane nel gennaio 1995 nello Ionio, chiamato Celeno (dal nome di una delle tre Arpie, nella mitologia greca), un altro nell'ottobre del 1996 nel Tirreno centrale, chiamato Cornelia (matrona romana del 2° secolo a.C., madre dei Gracchi) e un altro ancora nel 2005, a sud della Sicilia, chiamato Zeo (da Zeus?).

"In ambito scientifico, tempeste di questo tipo sono note come TLC (Tropical Like Cyclone): la parola like vuole proprio indicare che si tratta di una struttura solo 'simile' ad un ciclone tropicale, ma non sufficiente a definire questo fenomeno con il termine di uragano". Nell'area metropolitana di Atene potrebbe registrarsi piogge di oltre 50 millimetri.

Come riporta "Il Mattino", in queste ore il tratto di mare tra il Mar Ionio e il Mar Egeo fino al Mar libico risulta particolarmente più caldo della norma con valori 8°C superiori alla media di questo periodo.

Come questo: