Pubblicato: Lun, Ottobre 01, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Macedonia alle urne per il referendum sul nome del Paese


In Macedonia si è iniziato a votare per il referendum consultivo sul cambio di nome del Paese, ha riferito la Commissione elettorale statale.

A decidere saranno circa 2,1 milioni di elettori, che con un segno sulla scheda potrebbero mettere fine a 27 anni di "ligitio" con la Grecia che non accetta il nome Macedonia "perché una delle sue province si chiama così", inoltre accusa Skopje di avere ambizioni sul suo territorio e sul suo patrimonio culturale. La comunità internazionale aveva posto il sì a tale accordo come condizione per un'accelerazione del cammino di Skopje verso l'integrazione nell'Alleanza atlantica e nell'Unione europea.

More news: Totti a cuore aperto: i consigli al figlio Cristian

Sul fronte opposto, schierata decisamente per il no all'accordo, c'è l'opposizione conservatrice guidata da Hristijan Mickoski, leader del partito Vmro-Dpmne, e appoggiata dal presidente macedone, il nazionalista Gjorgje Ivanov. Il quesito sottoposto agli elettori era "Siete per l'adesione a Ue e Nato approvando l'accordo tra Repubblica di Macedonia e Repubblica di Grecia?". I seggi chiuderanno alle 19.00. Sono oltre 10mila gli osservatori, 500 dei quali stranieri, in gran parte da Osce e varie ambasciate.

Come questo: