Pubblicato: Lun, Ottobre 01, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Aereo di linea sbaglia atterraggio su un'isola sperduta e finisce in acqua

Aereo di linea sbaglia atterraggio su un'isola sperduta e finisce in acqua

Una storia simile a quella del 'miracolo sull'Hudson' del 2009, raccontato nel 2016 da Clint Eastwood nel film Sully.

Cosa ci fa un Boeing 737 in acqua? Anche in quel caso fu condotta una straordinaria operazione di salvataggio che permise di evitare una strage. La compagnia di bandiera di Papua Nuova Guinea, che ieri aveva affermato che tutti i 47 a bordo erano sopravvissuti all'incidente, ha fatto sapere che un uomo manca invece all'appello.

Doveva atterrare in un'isola sperduta del Pacifico in Micronesia, ma qualcosa è andato storto.

More news: Irpinia, ragazzino in terapia intensiva si risveglia e dice: "Voglio vedere Juve-Napoli"

Il mezzo si è quindi ritrovato in mare, nella laguna Chuuk, e una volta fermatosi ha iniziato ad affondare poco a poco. La compagnia aerea ha confermato che tutti i passeggeri sono stati evacuati in sicurezza. Numerose le foto e i video pubblicati sul web in queste ultime ore, dove si vedono i passeggeri portarsi a riva a nuoto, o salvati da alcuni piccoli barchini dei pescatori locali. A bordo c'erano 36 passeggeri e 11 membri dell'equipaggio.

L'aereo volava tra Port Moresby e Pohnpei, la capitale della Micronesia, con scalo tecnico al Chuuk International Airport, sull'isola di Weno, nello Stato di Chuuk.

Come questo: