Pubblicato: Lun, Settembre 24, 2018
Medicina | Di Gottardo Magnano

Riuscito il trapianto di faccia su una donna


Nel mondo il primo trapianto di faccia risale al 2005.

E' durato 27 ore il trapianto di faccia effettuato su una donna presso l'Azienda ospedaliero-universitaria Sant'Andrea, a Roma.

More news: Dramma per Lory Del Santo, morto suicida il figlio 19enne

"L'operazione è tecnicamente riuscita", ha riferito il bollettino medico al termine dell'intervento. La persona su cui è stato fatto l'intervento è una donna di 49 anni affetta da neurofibromatosi, una malattia ereditaria che causa la comparsa di numerosi tumori della pelle deturpanti. L'équipe, composta da chirurghi e anestesisti, con infermieri strumentisti che si sono alternati in sala, ha operato complessivamente per 27 ore. La paziente 49enne "rimarrà in isolamento in terapia intensiva per i prossimi giorni in prognosi riservata". La donatrice è una 21enne morta in un incidente stradale che ha donato anche fegato e reni. Poi un lunghissimo intervento per impiantare il viso. Per un'operazione così complessa l'équipe si è preparata per tre anni. Benedetto Longo, chirurgo crotonese nell'équipe dell'Unità Operativa di Chirurgia plastica che ha eseguito l'operazione, ha raccontato il trapianto ai microfoni di Radio Capital, intervistato da Antonio Iovane.

Lunedì alle 14.30 si terrà una conferenza stampa al Sant'Andrea. "Non ha febbre, né altre alterazioni dell'equilibrio fisiologico e tutti i controlli effettuati fino ad ora - conclude la nota - sono indicativi di un quadro clinico in progressivo lento miglioramento" (GLI INTERVENTI CHIRURGICI ALL'AVANGUARDIA). In questo caso oltre a naso e bocca furono impiantati sull'uomo, che è morto due anni più tardi, anche guancia e sopracciglio destro. Dopo il rigetto cronico del trapianto al quale si era sottoposto nel 2010, per la prima volta al mondo gli è stato reso un secondo viso. La maggior parte di queste operazioni è stata eseguita in Francia.

Come questo: