Pubblicato: Dom, Settembre 23, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Reddito cittadinanza: 31,8% poveri è straniero, 1,6 milioni

Reddito cittadinanza: 31,8% poveri è straniero, 1,6 milioni

Solo agli italiani, ha detto il vicepremier Luigi Di Maio, intervenendo a Radio Anch'io. Le parole del leader pentastellato seguono anche la richiesta di chiarimento, pochi giorni fa, fatta dal capogruppo di Fratelli d'Italia al Senato, Luca Ciriani, che chiedeva a tria rassicurazioni sul fatto che il reddito fosse rivolto solo ai cittadini italiani e a poche ore dalle parole di Matteo Salvini che aveva mandato un messaggio ai compagni di governo: "Sono sicuro che gli amici Cinque Stelle stiano studiando una formula del reddito di cittadinanza intelligente che lo limiti ai cittadini italiani", ha detto giovedì.

Roma - "Abbiamo corretto la proposta di legge" iniziale sul reddito di cittadinanza.

Consulta contraria a discriminazioni A pronunciarsi sulla questione non è stata sola la Corte europea, ma anche la Corte costituzionale che in numerose sentenze ha bocciato le discriminazioni nei confronti dei cittadini extracomunitari nell'accesso a prestazioni assistenziali. Si tratta di un'integrazione per un pensionato che ha un assegno inferiore ai 780 euro mensili. Che ha deciso che i cittadini non appartenenti all'Unione ma con "permessi lavorativi, devono beneficare della parità di trattamento" e devono quindi ricevere la prestazione sociale, considerata una prestazione di sicurezza sociale. Questo comma della legge è stato poi ritenuto in parte illegittimo dalla Corte Costituzionale che ha obiettato su alcuni punti, decidendo così di valutare prestazione per prestazione il da farsi. Questa, a quanto apprende l'AdnKronos dai vertici del Movimento, la sintesi dell'incontro che si è tenuto nella sede del governo e che vede ancora tensioni tra i 5 Stelle e il responsabile del Tesoro.

More news: Sputo a Di Francesco, quattro turni a Douglas Costa

La nuova riunione, convocata al termine di un incontro fra Salvini e i suoi (e dopo quello del centrodestra a Palazzo Grazioli) dovrà cercare di rispondere a una lunga serie di domande: la Lega infatti delinea ogni giorno che passa sempre di più il profilo delle misure su cui vuole mettere la propria firma (riforma Fornero, pace contributiva e fiscale, flat tax per aziende e partite Iva) ma allo stesso tempo fissa anche i paletti per quanto riguarda quelle che dovrebbero essere targate M5S. "Ma è chiaro che è impossibile, con i flussi migratori irregolari, non restringere la platea e assegnare il reddito di cittadinanza ai cittadini italiani". Sulla materia si è espressa anche l'Ue, con una direttiva del 2012 che prevede che chiunque abbia un permesso di soggiorno che consenta di lavorare abbia diritto alle prestazioni sociali: dai bonus bebè agli assegni sociali.

Parlare di stranieri regolarmente residenti significa riferirsi a chi ha almeno un permesso di soggiorno di lungo periodo. A confermare in Italia questa tendenza ci sono tante sentenze, come quella del 2015 del tribunale di Santa Maria Capua Vetere. In quel caso si trattava dell'assegno per il nucleo familiare.

Come questo: