Pubblicato: Sab, Settembre 22, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Alitalia: Boldrini, nessun favoritismo su mio posto a bordo

Alitalia: Boldrini, nessun favoritismo su mio posto a bordo

Completamente opposta, invece, è la lettura che ne dà la stessa Laura Boldrini, che pubblica un post sul suo profilo ufficiale di Facebook per smentire la notizia, definendola addirittura una "fake news".

Una nuova polemica ha investito l'ex presidente della Camera, Laura Boldrini, accusata da un imprenditore piemontese di aver occupato il suo posto in un volo di Alitalia.

"La cosa più sconcertante è che un messaggio così violento e truculento sia stato detto da un sindaco, che ha responsabilità pubbliche e politiche che mi ha augurato lo stupro per 'farmi tornare il sorriso' - ha dichiarato Laura Boldrini alla conclusione dell'udienza nel tribunale savonese - Mi chiedo allora come una persona con questa sensibilità possa tutelare gli interessi delle cittadine della sua comunità". Tutto è partito da una lettera di lamentela inviata da un noto imprenditore piemontese, Duilio Paolino, ad Alitalia.

Alitalia si è scusata, facendo sapere che avrebbe rimborsato il biglietto, ma la questione non è comunque chiara: perché dire che c'era un passeggero disabile quando al suo posto c'era la Baldrini? "Non ho fatto alcuna obiezione e non ho nemmeno pensato a chiedere il rimborso".

More news: Impresa Juventus a Valencia senza Ronaldo, il Real travolge la Roma

"Con grande stupore e arrabbiatura, ho constatato che il mio posto era stato assegnato ad un politico e ai suoi accompagnatori".

E, infatti, Alitalia continua con la corretta ricostruzione dei fatti: "L'onorevole Laura Boldrini non ha mai avuto assegnato il posto 2A e ha viaggiato in un posto differente - spiega la nota -". Innanzitutto Boldrini non è al corrente della vicenda riportata nell'articolo e non ha fatto nessuna richiesta di una particolare collocazione a bordo dell'aereo. "Sottolineo, viaggiava senza scorta", ha aggiunto Alivernini.

Secondo il passeggero, è incredibile "che [Alitalia] di fronte a clienti come il sottoscritto che paga regolarmente il biglietto ed è in viaggio per lavoro, usa questi sistemi per persone che, come ho fatto io, potrebbero sedersi nei posti dove si siedono tutti, visto anche che non pagano".

Duilio Paolino, dopo essere tornato nel Cuneese, ha deciso di informare di quanto era accaduto l'ufficio relazioni col pubblico Alitalia. Dico solo una cosa: "sarebbe ora che la Boldrini e gli altri iniziassero a viaggiare anche loro nei sedili di dietro, magari capirebbero di più il Paese".

Come questo: