Pubblicato: Mer, Settembre 19, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Ferrari, il suv si chiamerà Purosangue


Secondo quanto indicato dal numero uno della società Louis Camilleri, Ferrari ha un "significativo potenziale per raggiungere futuri successi in nuove geografie, in particolare in Cina, ma anche in Asia".

Alla luce di quanto anticipato sembra ormai sicuro che la Ferrari Purosangue sarà un crossover, quindi più alto da terra rispetto ad una sportiva ma senza la stazza e gli ingombri di un SUV: la carrozzeria a cinque porte avrà forme snelle e dovrebbe ispirarsi alle coupé.

Nell'ambito dell'evento Ferrari ha rivisto la guidance per il 2018, che vede la consegna di più di 9mila vetture, ricavi superiori ai 3,4 miliardi di euro, un margine operativo lordo adjusted uguale o maggiore di 1,1 miliardi di euro, un debito netto industriale sotto i 350 milioni (in precedenza la stima era sotto i 400 milioni) e investimenti in capitale fisso per circa 650 milioni di euro (dai 550 milioni della precedente stima). Tra le vetture sulle quali la casa automobilistica italiana punterà ci saranno quelle del segmento Gran Turismo, il progetto "Purosangue" che denomina il Suv del Cavallino, e le special series.

More news: Gp Singapore: pole Hamilton, 3/o Vettel

Ferrari punta a raddoppiare i profitti, ad abbracciare la tecnologia ibrida ed espandere la sua gamma di prodotti entro il 2022 con un piano "ambizioso" per garantire il futuro del produttore di supercar. Tutti coloro che conoscevano Sergio serbano nel cuore un ricordo speciale. "La sua intenzione era di dedicare sempre più tempo qui nei prossimi anni, dopo il suo ritiro programmato da Fca". "Il nostro ceo Louis Camilleri - ha poi proseguito - comprende lo spirito Ferrari meglio di chiunque altro. E siamo determinati che questo continui anche in futuro".

John Elkann è il primo esponente della famiglia Agnelli a presiedere la Ferrari. "La mia famiglia - ha detto - ha il privilegio di contribuire alla storia Ferrari da 50 dei suoi 70 e oltre anni di storia". Il nuovo modello, ha spiegato nel corso della presentazione del piano, "è nel dna Ferrari e sarà al 100% una Ferrari, offrendo le stesse emozioni di guida ma con grande confort e approcci rivoluzionari per numerosi elementi".

Come questo: