Pubblicato: Lun, Settembre 17, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Falso olio extravergine d'oliva: maxi-sequestro a Salerno

Falso olio extravergine d'oliva: maxi-sequestro a Salerno

Oltre al sequestro, tre persone sono state denunciate per frode in commercio. È stata segnalata una presenza di olio di semi oltre i rigorosi limiti posti dalla disciplina comunitaria di settore per poter etichettare "extra-vergine" l'olio di oliva che poi finisce nel carrello della spesa. La Procura di Nocera Inferiore, inoltre, ha subito impedito la messa in commercio dell'olio, a tutela dei consumatori. Nel corso dei controlli nello stabilimento, le Fiamme Gialle hanno scoperto che gran parte delle due tonnellate di olio d'oliva era ancora stipata in due silos industriali, mentre una partita di circa duecento litri era stata già confezionata con l'etichetta "olio extra-vergine di oliva 100% italiano". La Finanza non ha reso noto il nome dell'azienda che commercializzava il falso olio.

More news: Formula 1, Raikkonen: "L'addio alla Ferrari? Non una mia decisione"

Le analisi di laboratorio sono state condotte dall'Ufficio delle Dogane di Bari. Il prodotto è stato sequestrato.

Come questo: