Pubblicato: Ven, Settembre 14, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Mondiali volley 2018, Anzani: "Foro Italico scenario unico, c'è tensione"

Mondiali volley 2018, Anzani:

Zaytsev e compagni scenderanno in campo giovedì 13 settembre alle ore 21:15 a Firenze contro il Belgio, in un'altra sfida ricca di insidie.

Ospiti d'eccezione sulle tribune del Centrale per assistere all'appuntamento iridato di pallavolo che torna nel nostro Paese dopo otto anni: c'è il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e ci sono oltre undicimila tifosi pronti ad applaudire Giannelli, Zaytsev, Juantorena, Lanza, Anzani, Mazzone e Colaci, i titolari scelti dal commissario tecnico azzurro per contrastare i colleghi nipponici. L'Italia, inserita nel Girone A, sarà chiamata ad affrontare avversarie più abbordabili nel corso della prima fase, poi l'attenderanno incroci più ostici prima delle Final Six. Sempre nel capoluogo toscano verranno giocate le successive partite degli azzurri.

More news: Formula1 Arrivabene saluta Raikkonen: "A fine anno lascia la Ferrari"

Martedì 18 Settembre ore 21:00 ancora a Firenze; Italia contro Slovenia. Gli appuntamenti che vedranno l'Italia protagonista, saranno disponibili su Rai 2. Le prime quattro di ogni girone del mondiale di volley accederanno alla seconda fase conservando i punti conquistati in tutti e cinque gli incontri disputati.

Sciolte le ultime riserve sull'organizzazione e il luogo dove si disputerà Italia-Giappone, gara inaugurale dei Mondiali 2018 di volley: il tanto atteso match si svolgerà, come previsto, nel suggestivo scenario en plein air del Foro Italico domenica 9 settembre alle ore 19:30. L'obiettivo è quello di prendersi altri tre punti. Un esordio che rispetta i pronostici e nel complesso soddisfa: tutti e tre i parziali iniziano punto a punto, ma sono poi sempre i tricolori ad imporsi sul finale, dimostrando netta superiorità in tutti i fondamentali. A Ruse, in Bulgaria, i Bleus incrociano la Cina per il primo incontro del pool B, nel quale sono la squadra top insieme al Brasile, contro il quale dovrebbero contendersi il primo posto.

Come questo: