Pubblicato: Ven, Settembre 14, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Crollo Ponte Morandi, ricostruzione sì ma non senza anche polemiche

Crollo Ponte Morandi, ricostruzione sì ma non senza anche polemiche

In realtà dei due decreti di cui si era parlato è stato approvato solo quello definito come "decreto urgenze" e che tiene assieme alcune misure per Genova insieme a quelle per altre emergenze. Dopo le anticipazioni svelate dallo stesso Piano in occasione del festival della comunicazione di Camogli, l'architetto e senatore a vita ha presentato i dettagli del suo progetto per il ponte sul Polcevera nella sede della Regione Liguria. Lo rende noto un comunicato del Mit, nel quale si ringrazia Santoro per "la sensibilità e la professionalità dimostrate" e precisando che "appena dal 23 marzo scorso Santoro è dirigente della Divisione 1 ( vigilanza tecnica e operativa della rete autostradale in concessione) della Direzione generale per la vigilanza sulle concessioni autostradali". Saranno anche clausole previste dal contratto, beninteso, ma il fatto di avanzare ancora delle pretese dopo il disastro di Genova dimostra un notevole sprezzo della vergogna da parte della famiglia di imprenditori veneti. Di sicuro c'è che, a ieri, le istituzioni locali sono state escluse dalla gestione del futuro di Genova, come borbottavano ieri sera a Palazzo Tursi. "Più che brutte sorprese per Autostrade, Di Maio dia buone notizie ai genovesi".

Il commissario straordinario avrà ovviamente a disposizione nuove risorse per la ricostruzione: per questo sarà aperta una "apposita contabilità speciale" in cui confluiranno sia i fondi pubblici sia le risorse " tempestivamente messe a disposizione dal soggetto concessionario al momento" del crollo del ponte. "Per quanto ci riguarda, lo deve fare un'azienda di Stato come Fincantieri", dice da Bari il vicepremier Luigi Di Maio. Il progetto, come sottolinea Piano, ricorda il ponte di una nave, anch'esso sarà in acciaio perché questo materiale dura nel tempo e consente una efficace manutenzione.

Alle parole di Toti è giunta subito la replica di Alice Salvatore, portavoce del M5S Liguria, che ha scritto in una nota: "Non è accettabile l'ultimatum che Toti si permette di dare al governo, evocando (o, peggio, minacciando) una possibile "pioggia di ricorsi" se solo qualcuno oserà mettere in dubbio il suo ruolo di commissario il perché Toti faccia finta di essere anche commissario alla ricostruzione non è chiaro".

More news: Francesco Monte fuori dal GF Vip: la Marchesa D’Aragona nel cast?

Intanto domani, alle 11.36, ad un mese esatto dal crollo di Ponte Morandi, Genova rimarrà in silenzio per commemorare le 43 vittime e stringere in un unico abbraccio chi ha perso la casa.

Sembra fargli eco il sindaco di Genova, Marco Bucci, che ha dichiarato: "Se ci danno tutte le autorizzazioni, a fine mese o nella prima settimana di ottobre può cominciare la demolizione".

La differenza dunque è nel ruolo di Autostrade e nella revoca della concessione che prevede che spetti al concessionario il ripristino dell'opera.

Come questo: