Pubblicato: Gio, Settembre 13, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Pensioni, qual è il problema con l'ultima versione della Quota 100

Pensioni, qual è il problema con l'ultima versione della Quota 100

"Mi pare di capire - aggiunge Garavaglia - che sia tema di legge di bilancio, ma non ne abbiamo ancora parlato con gli altri colleghi, il consiglio dei ministri non penso che ne abbia parlato, però di sicuro sarà in legge di bilancio". Due le idee prese in considerazione: introdurre Quota 100 come ulteriore strumento per la gestione di esuberi aziendali; oppure di estenderla ad un numero maggiore di soggetti però con l'introduzione dei paletti (minimo relativo all'età fissato a 64 anni o ricalcolo contributivo dell'assegno previdenziale). Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, prova così a smarcarsi da una ipotetica Riforma della Legge Fornero troppo rigida durante la puntata di Porta a Porta andata in onda ieri nel salotto di Bruno Vespa.

Per questo motivo si pensa di limitare l'accesso alla Quota 100 (qui una guida su come funziona) a coloro che hanno compiuto almeno i 64 anni di età.

Un obiettivo ambizioso, sul quale il vicepremier spiega di voler iniziare a lavorare già dalla fine dell'anno insieme a flat tax, reddito di cittadinanza e pace fiscale.

Gli italiani potranno andare in pensione con la "quota 100", ma a 62 anni di età.

"Smontare la Legge Fornero è dare risposte concrete al paese: lavoriamo a quota 100 senza vincoli per restituire i diritti rubati a tanti lavoratori da quel provvedimento e per aprire il mondo del lavoro a migliaia di giovani", hanno dichiarato in una nota i capigruppo della Lega di Camera e Senato Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo.

More news: Edoardo Angela è più bello del padre Alberto, il web impazzisce

"Consentire di uscire a 64 anni significa di fatto annullare lo scalone Fornero che ha portato l'età a 67 anni dal 2019".

Sulla pace fiscale, intanto, è intervenuto ancora il vecepremier: "E' per quelli che hanno fatto la dichiarazione dei redditi, per chi è in contenzioso con Equitalia - ha specifica il titolare del Viminale a Porta a Porta -".

Un intervento corposo e che stando alle prime stime della societa' di ricerca Tabula, guidata da Stefano Patriarca, potrebbe costare 13 miliardi il primo anno (al lordo delle tasse) e 20 a regime. "Si possono così incassare più di 20 miliardi di euro". E, riguardo ai costi di Quota 100 ha aggiunto "Non facciamo grande affidamento sulle stime dell'Inps, che ultimamente più che di economia si occupa di politica". Non mi fido di chi è stato condannato a qualche anno.

"Ogni spesa della Lega è documentata e certificata dal 2013 e non ci sono soldi all'estero e non ci sono investimenti strani. Siamo nati senza una lira ma andremo avanti lo stesso".

Come questo: