Pubblicato: Gio, Settembre 13, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Il Parlamento Ue condanna Orban, ora decidono i leader

Il Parlamento Ue condanna Orban, ora decidono i leader

Il presidente del Parlamento Antonio Tajani si è congratulato con la relatrice Judith Sargentini (Verdi). "Ho accettato compromessi" sul sistema giudiziario e elettorale, ha detto il premier, ma "questa relazione vuole buttare alle ortiche accordi conclusi da anni".

More news: Sconfigge la leucemia a 8 anni, ma non può stare in classe

In sostanza si tratta di un primo passo verso le sanzioni nei confronti del Paese guidato da Viktor Orban per "violazione dei principi fondanti dell'UE". E proprio il fatto che Polonia e Ungheria siano entrambi sotto accusa rende ora ancora più probabile un'alleanza fra i due paesi per bloccare, l'uno a favore dell'altro, la procedura Art.7 al momento cruciale, se mai arriverà, quando si tratterà di votare le sanzioni. La maggioranza del Ppe ha votato a favore. A determinare lo strappo tra gli alleati di governo il procedimento di sanzioni contro l'Ungheria per le violazioni dello stato di diritto che si voterà domani a Strasburgo.

Come questo: