Pubblicato: Mar, Settembre 11, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Migranti, Salvini: "Rimpatriarli tutti? Ci metteremo 80 anni"

Migranti, Salvini:

Tant'è che Salvini, durante la conferenza stampa al Forum Abrosetti, corregge il tiro così sulla vicenda: "Che io sia un sequestratore fa sorridere molti ma non sono al di sopra della legge e se lo sono ne trarrò le conseguenze". Il tribunale dei ministri ha ora 90 giorni per svolgere le indagini 'sollecitate' dalla Procura.

La procura ha proceduto solo sulla base d'atti ricevuti e degli elementi che erano ricavabili al momento. "Ne rimpatriamo 80 a settimana ma anche se ne espelliamo 100 ci metteremo 80 anni". "E magari mi assolvono" è il commento a caldo di Salvini. Sono le provocazioni lanciate del ministro dell'Interno Matteo Salvini che, in diretta su Facebook, ha aperto la busta della Procura della Repubblica, commentando con sarcasmo la richiesta dei magistrati di Palermo a procedere nei suoi confronti, con un'indagine per sequestro di persona aggravato (Vedi Suggeriti). "Sapete quando ne sono arrivati, di migranti dalla Libia, dopo l'affare Diciotti? Sono pronto ad essere indagato ancora se e' il caso e comunque non ho tempo di guardare le sentenze, devo agire per il bene degli italiani, lo dico sia Palermo che per Genova". A Palermo per il sequestro multiplo, e aggravato, di persona su una nave della Guardia Costiera italiana, prima in alto mare e poi nel porto di Catania.

Stavolta il suo "gemello", l'altro vicepremier, Luigi Di Maio, pur rivendicando le decisioni "forti" prese sulla nave Diciotti, è intervenuto con durezza: "Non si può dare sostegno alle accuse ai magistrati". Io però voglio lavorare sulla giustizia, che per 20 anni è stata imbrigliata nei dibattito toghe di destra o di sinistra.

More news: Il déjà vu di Totti: 'La Juve fa un campionato a parte'

Parrebbe così già scartata l'ipotesi che vorrebbe la Lega pronta ad organizzare una manifestazione di piazza in supporto a Salvini. "Chi sta scrivendo il cambiamento - attacca - non può pensare di far ritornare l'Italia nella Seconda Repubblica". Lo ha detto il leader della Lega e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, a Cernobbio."Sono disponibile ad andare a Palermo a spiegare come e perchè sto lavorando per bloccare il traffico di esseri umani".

Durissimo il commento di Giovanni Legnini, vicepresidente del Csm, che considera le parole di Salvini "lesive del prestigio e dell'indipendenza dell'ordine giudiziario e si pongono in contrasto con il doveroso rispetto delle prerogative che si deve a ciascuno dei poteri dello Stato".

Come questo: