Pubblicato: Mar, Settembre 11, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

MANCINI, Giovani in difficoltà se non giocano al top

MANCINI, Giovani in difficoltà se non giocano al top

In fase di possesso dobbiamo riuscire a portare più giocatori nell'area avversaria. Alla lunga vogliamo fare questo, anche il prima possibile, nel calcio le situazioni cambiano improvvisamente senza nemmeno il motivo. Dobbiamo attaccare, senza sbagliare la palla per concederlo. Escono pure Zappacosta e Biragh, mentre ci sono e sperano nell'esordio all'Estadio da Luz, almeno a partita in corso, Benassi, Emerson e Cristante. Se non avessimo avuto problemi saremmo andati al Mondiale.

Stasera a Lisbona la Nazionale cercherà di interrompere il digiuno in fatto di vittorie da tre punti che dura dall'ottobre scorso, quando un gol di Candreva bastò per battere l'Albania a Tirana.

Prima lo difende, poi lo spedisce in tribuna. La seconda sfida della Nations League per gli azzurri si preannuncia sulla carta ben più difficile: saremo infatti ospiti dei campioni d'Europa del Portogallo, in un test chiave per misurare la nostra crescita. Ho qualche certezza, ma al momento sono poche. Gagliardini? Penso sia un ottimo giocatore e abbia delle qualità. Può migliorare e tornare a essere quello che era all'inizio all'Inter. "Alle volte non pensano, sono spensierati, mi aspetto anche quello". Perché, gli avversari quanti ne hanno fatti? - ha continuato il ct - se uno va a guardare la statistica deve anche vedere i tiri loro. Poi quando attacchiamo dobbiamo avere più attaccanti in area di rigore. "Anche, se vi mettete d'accordo chiedete un giocatore per ciascuno...".

More news: Flavio Briatore ritrova l'amore con Taylor Mega

Roberto Mancini nel corso della conferenza stampa si lascia scappare una notizia sulla formazione che riguarda l'impiego di Federico Chiesa "Sì". Anche senza Ronaldo, il Portogallo rimane comunque una squadra giovane e con molta qualità in tutti i reparti. Le tre nazionali fanno parte del terzo gruppo della prima lega, quella riservata alle migliori nazionali nel ranking europeo.

"Sapevamo delle difficoltà, ma adesso le conosciamo un po' meglio". Non mi preoccupo più di tanto. "I ragazzi questa sera hanno dato tutto, ma dobbiamo trovare dei rimedi e riuscire a fare gol", le parole di Roberto Mancini nell'immediato dopo gara. "Non è una grande preoccupazione".

Come questo: