Pubblicato: Gio, Settembre 06, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Bagaglio a mano, l'Enac bacchetta Ryanair: Dovete agire correttamente

Bagaglio a mano, l'Enac bacchetta Ryanair: Dovete agire correttamente

Come riportato dall'Ansa, la compagnia lo scorso 23 agosto aveva annunciato le nuove regole, che prevedono il pagamento da 6 a 10 euro (a seconda dell'opzione scelta) per il cosiddetto 'bagaglio a mano' fino a 10 kg, chiarendo che "la nuova policy verrà implementata ai gate d'imbarco a partire dal 1° novembre e sarà disponibile per tutte le prenotazioni effettuate a partire dal 1° settembre 2018".

In merito alla nuova politica di Ryanair sui bagagli, il vettore ha fatto sapere che oltre diecimila clienti hanno scelto il nuovo bagaglio più economico da 8 euro x 10 kg (invece del bagaglio da 25 euro x 20 kg), introdotto con le nuove regole sui bagagli a mano, nei soli primi tre giorni da quando la nuova policy bagagli è stata annunciata il 1° settembre sul sito web Ryanair.com, per viaggi a partire dal 1° novembre. Esplode la rabbia sui social contro la compagnia aerea irlandese in seguito all'annuncio della sua nuova policy sul trasporto dei bagagli a bordo dei velivoli. Una compagnia che parlando con il Corriere della Sera si difende così: "La novità consentirà di eliminare i ritardi e ha costi più bassi per i bagagli in stiva", spiega un portavoce di Ryanair.

Solo i clienti che hanno acquistato l'imbarco prioritario, dunque, potranno continuare a portare a bordo gratuitamente due bagagli (un bagaglio più piccolo più un trolley).

More news: Carlos debutta su Instagram, la Moric furiosa con Corona

"Altroconsumo sta raccogliendo le lamentele dei consumatori" che hanno acquistato i biglietti prima del 1° settembre. Scorretti! Ora sarò costretto a pagare, per forza, per portare il bagaglio. Nel momento in cui si prenota un biglietto si stipula un contratto. Resta da stabilire in sostanza se la retroattività della nuova politica di Ryanair sia lecita oppure no. E non si può modificare", "Ormai il biglietto lo abbiamo preso, non vi vergognate a chiederci il supplemento? "Il fatto che permettiate di viaggiare a poco prezzo non significa che possiate fare tutto quello che volete, soprattutto essere scorretti con i vostri clienti", si legge tra i tanti commenti al vetriolo apparsi sul web.

Ryanair sotto l'occhio di Antitrust e Enac, che già in passato si erano occupate della compagnia low cost irlandese. Stavolta sul tavolo delle due autorità finisce un esposto del Codacons, associazione determinata a ottenere un provvedimento d'urgenza sulla vicenda delle nuove regole sui supplementi da pagare sui bagagli. Prima tutti i clienti che non avevano acquistato l'imbarco prioritario potevano portare gratuitamente in cabina un bagaglio a mano più piccolo e un bagaglio più grande (trolley).

Come questo: