Pubblicato: Mar, Settembre 04, 2018
Medicina | Di Gottardo Magnano

West Nile, nona vittima in Veneto: 83enne trevigiano

West Nile, nona vittima in Veneto: 83enne trevigiano

La Direzione del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria dell'ATS Val Padana, nel pomeriggio di venerdì 31 agosto, ha informato il Comune che in città è presente un caso sintomatico di persona affetta da West Nile Virus (trasmessa principalmente da zanzara del genere Culex).

In Italia si è diffusa nel Nordest e ha risalito il corso del Po.

"L'alta probabilità che si tratti di West Nile - ha dichiarato il sindaco - ci ha mobilitati nell'emettere immediatamente l'ordinanza di salute pubblica".

Tutti gli esiti fatali sono dovuti a forme neuro invasive particolarmente gravi della malattia, in due casi almeno complicati anche da precedenti patologie. I focolai di questo virus - scrive Il Nuovo Lomellino - diffuso più delle altre estati dalle zanzare per colpa del clima delle settimane scorse, che ha alternato caldo umido e temporali, sono stati isolati dall'Istituto superiore della sanità nelle scorse settimane nelle campagne di Parona Lomellina e Tromello. Non è una malattia mortale: nella maggior parte dei casi i sintomi scompaiono da soli dopo qualche giorno o settimana. Va sottolineato che il virus della West Nile non si trasmette da persona a persona. Queste complicazioni possono condurre alla morte nello 0,1% degli infettati.

Vaccini o terapie specifiche contro la malattia - precisa infine Merlani - non esistono.

More news: Inter, infermeria piena: in 4 ai box, si ferma ancora Nainggolan

La modalità principale di trasmissione del virus del Nilo occidentale è rappresentata da diverse specie di zanzare, che sono il primo vettore.

Sulla questione abbiamo interpellato la specialista cantonale, la dottoressa Eleonora Flacio del laboratorio di microbiologia applicata della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (Supsi). La Regione - aggiunge - si fa così carico prima di tutto della salvaguardia della salute della gente, e interviene a fronte delle richieste di aiuto espresse da molti Comuni che, secondo la legge nazionale, devono accollarsi gli oneri della disinfestazione. "In provincia di Pordenone risiedono 4 pazienti, mentre 2 sono residenti nel Veneto Orientale".

Un caso di positività non conclamata (ossia senza sintomi manifestati come febbre e similari) del virus del West Nile a Casalmaggiore. Una variante del virus è stata identificata nel 2004 in Ungheria.

Il numero dei decessi in Italia è arrivato a 12.

Come questo: