Pubblicato: Mar, Settembre 04, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Salvini: "Sfioreremo il 3%. Il nome Lega non si tocca"

Salvini:

"Non posso pretendere che l'anno prossimo tutti paghino il 15% di tasse".

Riguardo la missione Sophia, l'operazione lanciata dall'Unione europea nel Mediterraneo per affrontare la questione dei migranti, Salvini chiede e si auspica un cambio delle regole in cui ognuno faccia la sua parte "altrimenti - ha detto - per me può anche finire quella missione lì, se devono arrivare tutti in Italia".

"Dubbi dei Mercati? Saremo compresi dai fatti". Un percorso, che assicurano fonti ben informate di via Bellerio, è tutto politico, e si incrocia solo incidentalmente con la vicenda giudiziaria che vede la Lega nel mirino della Procura di Genova per la vicenda dei fondi elettorali.

"Quando non ci sono argomenti validi, quando la storia ha sconfitto il comunismo, quando non si ha una vision sulle problematiche dei cittadini, non rimane altro che offendere. Io parlo di asili nido, di quello che serve alla gente".

More news: Autostrade, Di Maio: "La concessione un clamoroso regalo ai Benetton"

Matteo Salvini è intenzionato a fondare un nuovo soggetto politico in data 5 Settembre. "La Lega c'e' e ci sarà con i soldi o senza soldi con condanne o senza condanne perchè la Lega è il popolo".

Sempre sul tema sicurezza, il vicepremier ha detto che vorrebbe estendere "l'uso del taser sui treni", dopo il recente avvio della sperimentazione in una dozzina di città italiane che permetterà l'uso delle pistole elettriche da parte delle forze dell'ordine. Abbiamo un programma di governo e quello rispettiamo.

Quindi no all'ipotesi di un partito unico del centrodestra: "Noi non facciamo politica in base ai soldi e alle sentenze di questo o di quel magistrato. A tasche vuote o a tasche piene, colpevoli o innocenti". "Il 3%? Lo sfioreremo dolcemente". Ma la percezione è che anche a livello parlamentare la nuova Lega potrebbe presto divenire la casa di chi è iscritto ad altri gruppi.

Poi il ministro dell'Interno si è rivolto ai magistrati che indagano su di lui in merito alla vicenda della Diciotti: "Dico con immenso affetto al Procuratore di Agrigento che se arriverà un'altra nave in un porto italiano farò esattamente quello che che ho fatto quest'estate, né più ne meno".

Come questo: